Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Telerilevamenti sul suolo turese

Foto elicottero - scegliete quella che preferite (2)

Che cosa sorvola sulle nostre teste? Che cosa è quell’oggetto trasportato dall’elicottero sui cieli di Turi?

A domandarselo, tantissimi turesi che nelle giornate di domenica 25 e lunedì 26 gennaio hanno alzato gli occhi al cielo per seguire i movimenti di un elicottero. Sembrava ispezionare ogni minimo dettaglio del nostro paese, anche se in tanti si sono chiesti: “ma cosa è quella cosa che trasporta?”. Tante le supposizioni, tante le spiegazioni attorno ad un movimento quasi circolare dell’elicottero che, dopo pochi minuti, scompariva dalla vista e soprattutto dall’udito.

Pare comunque che quell’oggetto fosse uno strumento per il telerilevamento geofisico del suolo.

Questo è un processo di misurazione delle variazioni di alcuni parametri chiave fisici e geochimici del suolo terrestre. La strumentazione utilizzata misura i parametri più importanti ovvero la conducibilità (che è l'inverso della resistività), la suscettività magnetica, la densità e la concentrazione dell'elemento radioattivo.

I sistemi elitrasportati, utilizzati per misurare questi parametri, sono il magnetometro e lo spettrometrometro gamma-ray (AGS). Il rilievo magnetico mappa la variazione tridimensionale nel terreno della conducibilità indotta da minerali, inquinanti, contenuto d'acqua, salinità e da vari altri fattori.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI