Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Amelie: uccisa dai botti

amelie

Uccisa dai botti. Non parliamo di un modo di dire, ma della triste sorte di una cagnolina del nostro canile sanitario. Lei era Amelie, ritrovata all’indomani mattina, il giorno di Capodanno, dai volontari della Lega Italiana per la Difesa del Cane che, rientrando in canile per occuparsi dei tanti residenti, hanno scoperto il suo corpo.

“Amelie è morta di spavento durante la notte di San Silvestro. Sono stati i petardi lanciati all'interno del canile dove la cagnolina era ospitata a far cedere il suo piccolo cuore” – ci raccontano. “Grazie – rinforzano i volontari - anche a chi non controlla mai quella zona, nonostante le ripetute segnalazioni. Siamo incazzati neri, cominciamo proprio male questo anno nuovo!”.

A nulla è valsa l’ordinanza del sindaco che vietava di sparare botti la sera di San Silvestro e nulla può dare una spiegazione logica per motivare questo gesto crudele. Perché lanciare un petardo in un luogo abitato da animali, non si può comprendere.

“Da residente in quel luogo – ha commentato all’indomani della triste vicenda, Nico Catalano, ex consigliere di Turi - “provo tanta vergogna per l’accaduto e mi duole constatare che non bastano le sole ordinanze di divieto per l' uso di botti e petardi emanate peraltro dalla sensibile e solerte Amministrazione Comunale”. “Da questa – prosegue - mi aspetto una presa di posizione, magari tramite una denuncia contro ignoti a firma del Sindaco, cosa che se non si è già verificata sono fiducioso avverrà prossimamente perché trattasi di una persona perbene”. “Credo sia necessario – quindi aggiunge - oltre le denuncie e le giuste ordinanze, il ripristino di comportamenti rispettosi delle regole sia attraverso l'applicazione di norme severe che senza “guardare in faccia a nessuno” siano capaci di sostituire all'odierno “diffuso menefreghismo” una maggiore attenzione da parte dei cittadini verso tali regole e verso chi é preposto a farle rispettare, nonché una mobilitazione civica incentrata da azioni educative al fine di promuovere una cultura del senso civico, del rispetto per il bene comune e della vita di ogni essere vivente. Per ottenere questo, ognuno ed ognuna di noi deve sentirsi parte in causa e fare del proprio meglio affinché questo avvenga, a cominciare dalle prime agenzie educative come la famiglia e la scuola”.

Una denuncia contro ignoti è stata presentata proprio dal referente turese della Lega Italiana per la Difesa del Cane e responsabile del canile sanitario, Gaetano Pirulli, ma ci chiediamo se e quando, questo cattivo comportamento possa cessare.

Ma Amelie è solo l’esempio più vicino a noi, forse l’ultimo di una lunga lista di animali, purtroppo migliaia, sia domestici che selvatici, che ogni anno muoiono o subiscono traumi a causa di un “divertimento” pericoloso. Ma non c’è divertimento, senza rispetto.

Commenti  

 
polemico
#3 polemico 2015-01-15 20:56
Citazione Mino Miale:
La crisi è, scusatemi, nell'Educazione civile, in questo caso: se si tratta quasi certamente di atti vandalici di minorenni non andiamo lontano. Genitori in primis e Insegnanti scolastici... poi... :sigh:

e i soldi per comprarli, i botti, chi glieli da? babbo natale? ecco perchè dicevo che la crisi è nella testa delle persone
Citazione
 
 
Mino Miale
#2 Mino Miale 2015-01-15 10:33
La crisi è, scusatemi, nell'Educazione civile, in questo caso: se si tratta quasi certamente di atti vandalici di minorenni non andiamo lontano. Genitori in primis e Insegnanti scolastici... poi... :sigh:
Citazione
 
 
polemico
#1 polemico 2015-01-13 20:42
poi uno non deve innervosirsi e dire che la crisi è nei cervelli e non nelle tasche della gente. c'è crisi, ma per comprare chili di carne al supermercato i soldi ci sono. per comprare i botti e fare i uappi i soldi ci sono. per i vizi (drogarsi, bere, fumare) i soldi escono. e abbiamo il coraggio di lamentarci delle tasse...si, per pagare le tasse c'è crisi perchè i dritti non le pagano o pagano al minimo perchè imbrogliano. mondo marcio
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI