Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

La Divina Commedia all’ITES “Pertini - Montale”

divina commedia

L’A.R.C.Ha di Bari (Associazione Ricreativa Culturale Handicap), da molti anni, è impegnata nell’assistenza e recupero dei ragazzi diversamente abili, con una serie di lodevoli iniziative.

Ultimamente il gruppo dei ragazzi (circa 28), iscritti all’associazione barese, ha portato in scena La Divina Commedia, su testo adattato dalla presidente dell’ARCHa, la prof.ssa Lina Vinciguerra Nannavecchia, e con la regia di Nico Salatino.

Si è trattato di un momento altamente formativo ed emozionante per chi ha avuto il piacere di assistervi, oltre che per gli stessi attori-protagonisti.

Non si è trattato di una semplice forma di svago o una banale rappresentazione teatrale (di un testo peraltro complesso da portare in scena), ma di un vero e proprio laboratorio teatrale integrato, eterogeneo, condiviso, finalizzato a dar voce alla creatività, espressione, emozione dei soggetti deboli, e a diffondere al contempo la cultura dell’integrazione come processo di sensibilizzazione esterna, di riflessione comunitaria, di riduzione dei facili quanto scontati  stereotipi per promuovere una effettiva integrazione sociale.

Ora, lo spettacolo viene riproposto in due scuole della provincia di Bari: il 9 dicembre presso l’ITES “E. MONTALE” di Rutigliano (10.00), e giovedì 11 dicembre nell’auditorium dell’ITES “S. PERTINI” di Turi (9.30 e 11.00), dimostratesi da subito sensibili alla finalità del progetto e al lavoro degli organizzatori.

L’obiettivo è quello di preparare i ragazzi alla solidarietà vissuta, anche in vista dell’imminente festività del Natale, e di diffondere l’idea che qualsiasi limite non è insuperabile ma può trasformarsi in risorsa straordinaria, in concreta possibilità espressiva capace di sviluppare arte e sensibilità, in tutti i casi.

Lo spettacolo, non solo per gli alunni, è aperto anche a quanti vorranno respirare un clima di buona scuola, dove si agisce per il bene di sé e del prossimo.

divina commedia

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI