Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Menelao a Santa Chiara premiato “Ristorante dell’anno 2015 per la Puglia”

La targa ritirata da Servodio e Boccardi

A decretare la vittoria, la Guida ai Vini e Ristoranti d’Italia di Bibenda che ha premiato il noto ristorante di Michele Boccardi durante la cena di gala organizzata da Bibenda a Roma, per presentare la sedicesima edizione della Guida ai Migliori Vini, Grappe e Ristoranti d’Italia. Nell’occasione, alla presenza degli imprenditori che rappresentavano i 10 migliori vini italiani (sui 20.000 censiti) e i 20 migliori ristoranti (sui 1.700 censiti), Menelao a Santa Chiara è stato annoverato tra i ristoranti dell’anno (uno per Regione) per “la performance eccellente rispetto ai due anni passati della proposta gastronomica, la grande professionalità del servizio e per aver centrato il contrasto tra arredi moderni e mura antiche in pietra”.

Menelao a Santa Chiara è così stato annoverato in una delle guide più eccellenti della nazione per essere il ristorante ‘emergente’ nella nostra regione e tra i migliori del panorama italiano. Il ristorante turese, ha convinto per l’innovazione e la qualità delle proposte di Gaetano Servodio, tra gli chef italiani più emergenti grazie alla ‘gavetta’ nelle migliori cucine d’Italia, al fianco di masterchef come Gennaro Esposito, Carlo Cracco e Sergio Mei.

Le regioni premiate da Bibenda

In questi stessi giorni, inoltre, a Menelao a Santa Chiara, è stata assegnata anche una forchetta dalla Guida 2015 del Gambero rosso, mentre la Guida dei Ristoranti d’Italia 2015 dell’Espresso l’ha inserito per la prima volta tra i migliori ristoranti pugliesi.

I riconoscimenti giungono a Menelao a Santa Chiara anche per la prestigiosa cantina, che raccoglie oltre 200 etichette dei migliori vini italiane ed esteri tra i quali le ultime bottiglie dell’introvabile Primitivo ‘Riserva 2005’ della Chiaromonte di Gioia del Colle, i pregiati ‘Amarone della Valpolicella 2000’ di Allegrini, ‘Masseto 2008’ delle Tenute dell’Ornellaia e ‘Clos de Beze Grand Cru 2007’ della Domaine Priure Rock, oltre che tutti gli champagne Billercart, incluso il ricercatissimo ‘Brut Reserve Jerob’.

Boccardi con lo chef VissaniUn importante successo che commentiamo con il suo proprietario, Michele Boccardi, incontrato all’indomani della consegna del riconoscimento.

Ristorante dell’Anno 2015 in Puglia: cosa significa ricevere questo riconoscimento?

“Questo riconoscimento è un motivo di grande orgoglio per me, per tutto lo staff del ristorante e soprattutto per la nostra regione, tanto che la guida Bibenda lo ha  annoverato tra i migliori del panorama italiano, con la motivazione: “la performance eccellente rispetto ai due anni passati della proposta gastronomica, la grande professionalità del servizio e per aver centrato il contrasto tra arredi moderni e mura antiche in pietra”. Su 1700 ristoranti censiti, Menelao a Santa Chiara è uno dei 17 migliori d'Italia.”.

Come avete stupito i palati dei giurati?

“Nel nostro locale mescoliamo i profumi della cucina tradizionale e le innovazioni in campo culinario per regalare al nostro cliente un viaggio sensoriale tra passato e futuro. I prodotti locali di elevata qualità, sia di mare che di terra, hanno un posto d’onore nel menu curato dal nostro chef”. 

Sin dalla sua nascita, Menelao a Santa Chiara ha riscosso un indiscusso successo. Qual è il vostro segreto?

“Il segreto è prestare la massima attenzione alla scelta dei prodotti, alla loro qualità, alla preparazione dei piatti e alla selezione dei vini che accompagnano sapientemente ogni pietanza. A tal proposito a Menelao a Santa Chiara i clienti trovano una prestigiosa cantina che raccoglie oltre 200 etichette dei migliori vini italiani ed esteri, che tra l’altro ci hanno permesso di ottenere altri riconoscimenti importanti.”.

H. Ford disse: "Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo..." Chi vorrebbe ringraziare per questo successo?

“Essere una squadra, collaborare tutti insieme e lavorare in sinergia sono gli ingredienti essenziali che ci caratterizzano da sempre e per questo successo mi preme ringraziare la mia famiglia, lo chef Gaetano Servidio e tutto lo staff: Felice Mirizio, Vito Ventrella, Antonio Spada, Nico Gentile, Elisabetta Lonuzzo, Lella De Grisantis. Vorrei ringraziare soprattutto i clienti che ogni giorno scelgono il nostro ristorante.  Con soddisfazione, inoltre, in questi giorni è stata assegnata anche una forchetta dalla Guida 2015 del Gambero Rosso, mentre la Guida dei Ristoranti d’Italia 2015 dell’Espresso, con punteggio 14, ci ha inseriti per la prima volta tra i 20 migliori ristoranti pugliesi. Inoltre siamo presenti anche sulla guida Dolceguida 2014 ed ai primissimi posti sulla guida  100 Ristoranti d'Italia”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI