Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Da cinema ad area socio assistenziale

Abbattimento ex cinema (1)

Mattone dopo mattone, strato dopo strato, da lunedì mattina sta tornando a polvere la materia che ha composto e che ha accompagnato Turi nella sua storia cittadina. Ruspe e rumori assordanti commentano la fine dell’ex “cinema Zaccheo”. Un altro pilastro cittadino cade a terra, un altro pezzo del nostro passato si frantuma.

Al suo posto, tra qualche mese, si metterà la prima pietra per la costruzione di un Centro Polifunzionale Socio – Assistenziale, finanziato con PO fesr 2007-2013 dal valore di € 1.750.000,00 e a lavorarci, l’impresa A.T.I. Caramella S.R.L./Cicirelli S.R.L. di Altamura.

Ormai abbandonato da diversi anni, il cinema di proprietà comunale, nel 2007 divenne uno dei pilastri della politica della giunta Gigantelli che firmò il disciplinare in cui si dettavano le regole sulla realizzazione del progetto; entro il 1 luglio 2012 il comune avrebbe dovuto firmare il contratto con la ditta esecutrice dei lavori di abbattimento e realizzazione del centro;  entro il 1 luglio 2014 era previsto il termine dei lavori.

Alla data del 29 giugno 2012, però, il Comune di Turi, a causa di ritardi generati da tempi burocratici molto più lunghi rispetto a quelli previsti dalla Regione, non rispettò la scadenza e l’ente regionale revocò il finanziamento.

Con l’intercessione dell’ex vicesindaco, Mariangela Volpicella e del consigliere regionale Michele Boccardi, la Regione riaprì i termini per la presentazione dei piani d’investimento da parte degli ambiti territoriali, permettendo, così, al Comune, di ripresentare istanza di finanziamento.

A metà 2013, la Regione Puglia, con lettera a firma della Dirigente Regionale, Dott.ssa Anna Maria Candela, diede parere positivo alla concessione del finanziamento a cui seguì la sottoscrizione del Disciplinare regolante i rapporti tra la Regione Puglia e l’ambito territoriale per la realizzazione del Piano di Investimenti.

La sua fine era quindi prevista, sicuramente attesa e a circa un anno da quella conferma, i lavori di abbattimento sono iniziati e con loro, si frantumano i ricordi di quanti, quel cinema, l’hanno vissuto, vi hanno calcato il palco o semplicemente hanno seduto le sue poltrone color porpora.

Commenti  

 
Mino Miale
#2 Mino Miale 2014-11-26 12:11
Caro "cittadino", i prezzi di quel suolo contenuto nel "muro" che tu dici, saliranno alle stelle: certamente lo abbatteranno, a cosa vuoi che serva un deposito di malta e breccia in pieno centro cittadino?
Citazione
 
 
cittadino
#1 cittadino 2014-11-26 09:31
il muro di confine alle spalle che fine fara, sara abbattuto?
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI