Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

A Lorica, in cerca di funghi

L'Auser con i suoi soci ha trascorso un weekend tra funghi, castagne e bellezze naturali a Lorica e dintorni.

Con l’arrivo dell’autunno si riscoprono passioni e sapori che molti amano e che in tanti ricercano. Il profumo del bosco, l’odore dell’erba coperta di rugiada, lo scricchiolio delle foglie ingiallite cadute in terra, i mirabili colori della natura campestre che, con le sue sfumature, donano armonia e serenità.

A godere delle meraviglie naturali di Lorica, il gruppo turese dell’Auser, che lo scorso week-end ha approfittato delle ancora gradevoli temperature di questo strano autunno per una lunga passeggiata tra i boschi e la ricerca dei gustosi funghi.

Accompagnati da una guida esperta, e preparati sulla scelta delle qualità commestibili dei funghi, i soci Auser, con il loro presidente Antonio Conte, si sono armati di cesti e tanta voglia di respirare aria pulita ed hanno passeggiato raccogliendo il prezioso dono che la natura offre.

“Già prima della nostra partenza – ha commentato il presidente Conte – nonostante alcuni di noi fossero già esperti sull’argomento, ci siamo aggiornati sulla lista e particolarità delle qualità nocive e tossiche, così da rendere sicura la nostra uscita “fuori porta”.

Presto torna alla mente il recente caso della famiglia di Corigliano Calabro (CS) che, lasciandosi trasportare dalla curiosità e voglia di assaggiare i frutti del loro raccolto, purtroppo inesperti, si sono regalati un triste destino, con due morti e due gravemente feriti per intossicazione.

L’attenzione, quindi, non è mai abbastanza e se non si è accompagnati da esperti o preparati per l’occorrenza, meglio evitare di incorrere in qualche grave problema alimentare.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI