Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

Giuseppe Topputi se ne va in Lussemburgo

Giuseppe Topputi con il Padre a Diekirch

Un altro figlio di Turi se ne va. Così giovane e intraprendente, Giuseppe Topputi, 31 anni, organizzatore e presidente del Nuovo Comitato Festa di Sant’Oronzo non ha resistito. La calamita è sempre lì, in Lussemburgo, a Diekirch, un paesino di 6.200 abitanti sulle sponde del fiume Sauer.

Eppure Giuseppe aveva tutto per restare qui. Con la madre avrebbe potuto gestire ancora la catena di supermercati. Ma quanto incide l’aspetto economico? Forse non più di tanto. La verità è che il nostro paese è sprofondato in un abisso non solo economico, ma anche culturale e relazionale. È una crisi che ti spegne qualsiasi lumicino di speranza. Ciò che spinge i giovani a migrare all’estero non è solo un fattore economico. Ce lo spiega lo stesso Topputi, contattato dalla redazione. 

“Mio padre gestisce dure ristoranti – spiega – si chiamano “Bel Mondo” e “Non solo vino” (ben quotati anche su Tripadvisor, ndr). È qui da 15 anni, da quando aprì il suo primo ristorante “Il gatto e la volpe”. In poco più di un decennio – racconta Giuseppe – ha raggiunto una buona posizione e ha la responsabilità di venti dipendenti. Il lavoro della ristorazione è molto faticoso e anch’io dovrò adattarmi, imparando il francese e il lussemburghese. Dovrò gestire il bar, prepararmi a ereditare in futuro l’attività di mio padre”.

Giuseppe non è solo; è in compagnia della sua amata Valeria. Ma non poteva aiutare la madre nella gestione dei supermercati o lavorare allo stesso modo qui in Puglia?

“No – osserva – mi spiace dirlo, ma questo è un treno da prendere al volo. Mia madre non ha opposto resistenza perché si è accorta che la situazione in Italia è incerta e difficile. Certo, a Turi non si stava male, ma non si vede un futuro, non ci sono prospettive. Ho fatto tanto per Turi, ma qui, in Lussemburgo c’è tanto lavoro ma il rispetto delle regole è fondamentale. Qui non esiste lavoro nero. Il costo della vita è caro: un affitto costa 700 euro, un salario medio si attesta sui 1.800 euro, per un cornetto e cappuccino si sborsano fino a 5 euro… ma il futuro non è così buio come in Italia. Bisogna darsi da fare, io lo faccio quotidianamente imparando la lingua e preparando aperitivi. In Italia i giovani sono diventati ormai carne da macello”.

“Oggi – conclude – non c’è spazio per i rimpianti o per i dolori. Infondo qui non sono solo. Ma il tempo darà le sue risposte. Sono solo preoccupato perché mi contattano tantissimi turesi e amici che cercano qui un posto di lavoro. Se ne stanno andando tutti e questo non può inorgoglire una nazione”.

I giovani devono far fronte non solo a una crisi causata dai nostri padri, ma devono anche subire l’onta della gerontocrazia che, lo abbiamo visto qui a Turi (a ogni latitudine: comitati, istituzioni politiche, religiose, economiche…), si preoccupa più di preservare il suo potere che di lasciare spazio ai giovani. La differenza è che Giuseppe ha un padre che crede in lui e che, ci ricorda la determinazione con cui gli italiani all’estero riescono ad avere successo. Qui a Turi, e in Italia, sono invece loro, i “padri”, i primi a non accorgersi che, recita malinconico un brano, “da qua se ne vanno tutti!”. Goodbye Italia. Au Revoir Turi.

Commenti  

 
Mino Miale
#9 Mino Miale 2015-03-01 18:37
Giuseppe è uno di quelli che da Turi non poteva avere spazio sufficiente, ha fatto la sua scelta, "fuggenteattimo"... taci. Specie a quell'età chi non vorrebbe realizzarsi al meglio ? Turi non è un paese per giovani, non lo è mai stato, conobbi i fratelli Topputi sin da quando frequentavano lo Snoopy Club, una cooperativa giovanile che a Turi gestiva Scuola materna privata, Asilo, Sostegno scolastico, Ludoteca, mensa ecc... e loro erano...come dire ? Te lo dico in dialetto : ATTI'V ! ;-)
Citazione
 
 
Vito P.
#8 Vito P. 2015-02-28 01:02
Il coraggio ci vuole a restare non ad andarsene...
Citazione
 
 
king
#7 king 2015-02-27 16:11
Tanti auguri a giuseppe, che raggiunge il papà e lo supporterà nella sua attività..
..ai catastrofisti dico solamente..
Datevi da fare e smettetela di stare davanti ai bar a guardare le macchine passare..!
Citazione
 
 
antonio palmisano
#6 antonio palmisano 2015-02-27 09:37
Caro Ruby, hai dimenticato una cosa: le case! L'altro business su cui è fondata l'economia turese. Le case resteranno vuote ed invendute. Interi quartieri fantasma.
Citazione
 
 
Ruby
#5 Ruby 2015-02-25 22:56
Lo vado dicendo da anni,i giovani se ne devono andare da sto paese,è morto!Qui rimarranno i vecchi e gli extracomunitari a fare da badante.....è così.La popolazione turese è destinata a scomparire,tra due decenni prevedo,si raggiungerà il picco massimo 1 turese,1 vecchio(oltre 80 anni),1 extracomunitario.........e le ciliegie tutti su gli alberi ad ammuffire,poveraccccccccccc voi e le ciliegie!
Citazione
 
 
paolo giuseppe
#4 paolo giuseppe 2015-02-25 11:58
ciao sono un parrucchiere cinquantenne e vorrei scappare via dall'italia sono stanco di non poter andare avanti sono avvilito frustato e mi continuo a chiedere che fine faremo io e la mia famiglia non c'è presente non c'è futuro i politici ci hanno rovinati e vorrei lavorare a lussemburgo ci sto provando ma sembra difficile a chi dovrei rivolgermi
Citazione
 
 
Maurizio
#3 Maurizio 2014-11-01 18:07
... Ma termini come "onta" o "gerontocrazia " li ha usati per davvero o sono solo un modo più elegante di esprimere quello che pittoricamente avrà detto??? Auguri a lui e good luck nonché complimenti a Turiweb per l'acume giornalistico per certi articoli.
Citazione
 
 
fuggenteattimo
#2 fuggenteattimo 2014-10-29 20:44
ma perchè non la smettete di innalzare lodi e controlodi a questi personaggi..che qualcuno vada a cercare fortuna altrove è un fatto normale da sempre e non sembra che Topputi sia stato e sia fondamentale per Turi..se ne può fare a meno..tutti siamo indispensabili e nessuno è indispensabile
Citazione
 
 
madoò
#1 madoò 2014-10-29 11:17
E Ora chi organizza la festa?...comunque a parte gli scherzi Auguro al Topputi un futuro migliore. Povero chi rimane qui in ITAGLIA. Dove chi va avanti è solo un frega soldi dei poveri soliti contribuenti. Andare via è l unica scelta che può fare un uomo che ha voglia di lavorare e vivere dignitosamente.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI