Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

“Io Con-Fido”: un progetto per uomini e cani!

Gaetano Pirulli

no did (1)

Una musica che da sola racconta le immagini che accompagna. Un abbandono, una corsa dietro a quello che era il suo migliore amico, un rapporto che si spezza, una fiducia che in un attimo si spegne. È così che inizia il cortometraggio “Io Con-Fido”, il progetto audiovisivo prodotto da Centro Diurno "Nonpiusoli" col sostegno di Area 6 ASL Bari, del Direttore, Dott.ssa Maristella Buonsante.

Il progetto, realizzato con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Turi, del Canile Comunale di Turi, dell’Associazione Time4 Dog Bari, della Lega Nazionale per la Difesa del Cane sezione di Turi, ha la regia di Claudio Pergola ed è stato inserito nel Festival della Salute Mentale 2014.

no did (2)Cani abbandonati, ormai privi di fiducia nei confronti dell’uomo, riescono ad essere reinseriti socialmente, in nuove famiglie, grazie al lavoro dei volontari che, recuperati dall’abbandono, aiutano i cani, e animali in generale, a sentirsi nuovamente amati.

Dall’offrire sostegno ai soli cani, attraverso il progetto ne hanno beneficiato anche i ragazzi del centro diurno. “Prendersi cura di un altro essere vivente – commenta la psicologa e psicoterapeuta, Roberta Fanelli – ha aumentato nei ragazzi il senso di responsabilità, migliorandone l’autostima e la capacità di attenzione e concentrazione”. Associato a tutto questo, son stati riscontrati l’attutirsi di alcuni sintomi, come quelli fobici, depressivi ed ansiosi, miglioramenti che hanno indotto, i responsabili del progetto, a continuare l’attività di fiducia tra uomo e animale, nel canile di Turi.

“È stata una bella esperienza – ha aggiunto Gaetano Pirulli, responsabile del canile turese -  che è servita non solo per i ragazzi del centro, ma anche per i nostri cani, che sicuramente hanno migliorato il loro carattere. Sono più tranquilli e si sono affezionati ai ragazzi che si prendono cura di loro”. Nonostante le iniziali difficoltà, legate al fatto che qualcuno aveva paura dei cani o non aveva voglia, tutti i ragazzi coinvolti nel progetto sono affezionati ai cani e all’attività che svolgono.

Il consigliere delegato, Leo Spada

“Ben vengano progetti che mirino al recupero e al rientro di un animale nella società” – è quanto riferito dal consigliere delegato al canile municipale, Leo Spada. Entusiasta nel commentare il lavoro ed il progetto del centro diurno, dinanzi anche ai risultati dimostrati nel corso di questa attività. “Spero che possiate continuare con questo lavoro ed anzi, rafforzare la progettualità” – ha quindi salutato il consigliere.

Il cortometraggio, è stato presentato nel corso del Festival della salute mentale, che si è svolto a Bari, per la prima volta, lo scorso fine settimana, nel ricordo della psichiatra Paola Labriola, uccisa un anno fa in un centro di salute mentale.

Commenti  

 
Pepe Ileana
#1 Pepe Ileana 2014-11-05 11:02
Sarebbe stata significativa, oltre all'immagine del pulmino del Centro, anche una foto dei Ragazzi in gruppo, vero Scopo del Progetto finanziato dal Centro Diurno.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI