Lunedì 10 Dicembre 2018
   
Text Size

Allerta meteo della Protezione Civile

Allerta meteo

A partire dalla tarda serata di ieri, mercoledì 22 ottobre, è previsto un rinforzo del maltempo sulla Puglia Settentrionale, con precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, anche di forte intensità, con quantitativi cumulati moderati, accompagnati da venti localmente forti settentrionali con residue raffiche di burrasca e mari agitati.

Temperature in generale diminuzione da sensibile a marcata nei valori minimi; in sensibile diminuzione nei valori massimi. Sulla base delle previsioni disponibili, il Centro Funzionale Decentrato della Puglia ha emesso un Avviso di criticità moderata, dalla mezzanotte (ore 0.00) del 23 ottobre per le successive 20 ore, valido per le zone di allerta Puglia A (Gargano), Puglia B (Tavoliere), Puglia H (Subappennino Dauno), Puglia I (Basso Fortore), decretando un’allerta arancione. Per una corretta comprensione dello scenario di evento previsto in caso di allerta arancione si può consultare il sito della Protezione Civile Puglia al link http://www.protezionecivile.puglia.it/public/CFD/Scenari.pdf

IL SERVIZIO PROTEZIONE CIVILE SEGUIRÀ L’EVOLVERSI DELLA SITUAZIONE INVITANDO AD ATTENERSI ALLE RACCOMANDAZIONI DI SEGUITO RIPORTATE: • non sostare in locali seminterrati; • prestare attenzione nell' attraversamento di sottovia e sottopassi; • prestare maggiore attenzione alla guida di autoveicoli e moderare la velocità, al fine di evitare sbandamenti; • evitare le zone esposte a forte vento per il possibile distacco di oggetti sospesi e mobili (impalcature, segnaletica, ecc.) e di caduta di oggetti anche di piccole dimensioni e relativamente leggeri (vasi, tegole...); • non sostare lungo viali alberati per possibile rottura di rami; • prestare attenzione lungo le zone costiere, e, in presenza di mareggiate, evitare la sosta su moli e pontili; • in caso di fulminazione, evitare di sostare in vicinanza di zone d’acqua e non portare con sé oggetti metallici.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI