Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

L’Unitalsi a Lourdes

Partenza x lourdes, gruppo turi, putignano

È sempre un’emozione vivere situazioni che ti trascinano in una realtà differente a quella che vivi quotidianamente e ti apre il cuore e la mente a contesti che mai avresti creduto di conoscere.

Così, con il cuore colmo di gioia, sono partiti lo scorso 28 settembre e torneranno il prossimo 4 ottobre il gruppo Unitalsi di Turi, assieme all’Unitalsi di Putignano, per l’annuale preghiera a Lourdes, in Francia.

L'Unitalsi al lavoro

Bagagli alla mano e carichi di speranze e attese, tanti soci hanno fatto seguito ai volontari che si sono voluti immergere in questa testimonianza di preghiera e di fede per uscire pieni di serenità e di gioia. Sono i sorrisi di tutti a raccontare la speranza della magnifica esperienza che li sta per attendere, della quale alcuni già conoscono ed altri che invece hanno sentito parlare.

Desiderosi di salire presto sul treno che li condurrà al lungo sentiero fino alla Madonna, i volontari e soci Unitalsi si sono fatti forza e insieme hanno macinato i kilometri che li separava dal luogo sacro francese. E con la gioia nel cuore, chi per aver accompagnato, chi per aver vissuto l’esperienza, hanno lasciato fatiche e ansie e hanno riempito i loro cuori di serenità e pace. Perché sono le esperienze di chi è meno fortunato a far capire quanto sia bella e importante la vita di ognuno.

L’Unitalsi, Unione nazionale italiana trasporto ammalati a Lourdes e santuari internazionali, da oltre 110 anni “prende per mano chi ne ha bisogno”.  Ma l’Unitalsi non è solo pellegrinaggio, bensì quotidianamente offre agli ammalati l’assistenza domiciliare, attività di tempo libero, attività di formazione, laboratori di creatività, laboratori teatrali e di attività manuali. La forza dei volontari dell’Unitalsi, che sono migliaia ma mai abbastanza, è nella condivisione di uno stile di vita che anima tutti i progetti finalizzati ad alleviare i disagi degli anziani e dei disabili. Anche durante i pellegrinaggi mariani, come ci hanno spiegato i volontari turesi, ognuno riveste un ruolo: tra l’infermeria, all’addetta ristorazione, alle pulizie, all’assistenza, ogni simbolo nell’Unitalsi parla di solidarietà e di condivisione. Chi partecipa ad almeno uno dei questi ruoli, scrive nel suo cuore la parola solidarietà e non può più farne a meno.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI