Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Pediatra: si va in un altro paese!

lettera ricevuta pediatra

Genitori sul piede di guerra all’indomani della consegna delle lettere che hanno sortito solo rabbia e preoccupazione. Si tratta delle famiglie che nei giorni scorsi si sono viste recapitare avvisi urgenti dall’ASL ed esattamente dal DSS Ba 13 a firma del Dirigente, dott.ssa Laddaga, con la quale si “invitano” tutti i bambini risultati senza copertura di medico di fiducia a provvedere repentinamente a scegliere un medico, pena l’incombenza, sulle famiglie, delle somme per le prescrizioni farmaceutiche e specialistiche di cui si è usufruito fino al momento.

Sicuramente non una doccia gelata sulle famiglie, ma un finale che si sperava non arrivasse in questo modo, dopo mesi di speranze e di attese per i tanti bambini e genitori iscritti al “secondo” pediatra turese. Il problema, infatti, sorto all’indomani dell’assegnazione provvisoria di un sostituto dello scomparso dott. Palasciano, ha prodotto solo disagi e scontentezza in quanti non riuscivano ad ottenere una prestazione sanitaria per i loro bambini. E mentre il paese cresce ed aumentano i numeri dei minori, pare diminuiscano quei servizi a loro essenziali, per non dire vitali. Così, se l’augurio di dare il benvenuto ad un nuovo pediatra era nelle volontà dell’intera cittadina, oggi i genitori dei nostri bambini sono costretti a scegliere un’alternativa poco gradita. Un pediatra del Distretto Sanitario: Sammichele, Casamassima o Gioia del Colle. A loro discapito un nome, un paese limitrofo, un nuovo medico a cui affidare il proprio figlio, ma soprattutto il disagio di doversi munire di un mezzo per poter far visitare il proprio bambino. Rivolgersi ad un pediatra privato? È quanto già fanno diverse famiglie, “ma come facciamo per le richieste rosse?” – aggiungono con rabbia. Per non parlare di chi, mosso da preoccupazioni, si rivolge all’unico medico pediatra di Turi pur di avere una consulenza rapida per il proprio figlio.

Già in tanti, comunque, si sono mobilitati, sperando che la propria voce arrivi a chi ha deciso per la salute dei propri figli e una sfilza di firme, iniziate a raccogliere nella mattinata di martedì 9 settembre nella sede Asl e poi presso il nido e ludoteca ‘Il Bosco dei Cento Acri’, fa comprendere la mole di quanti si sentono non rispettati dal punto di vista di cittadini. “Siamo di serie B” – ha commentato qualcuno, rinforzato dalla voce di chi aggiunge che: “Non c’é cosa più importante che la salute dei nostri bambini”. “Sono servizi che devono essere garantiti perché essenziali e indispensabili e ricordiamoci che la salute non aspetta”. L’Associazione Genitori Turesi si è fatta promotrice di questa iniziativa, raccogliendo la voce di tutti coloro che restano inascoltati e non riescono ad arrivare alle Istituzioni.

Cosa fanno i nostri politici a tal proposito? Durante lo scorso consiglio comunale su proposta di Sandro Laera, consigliere di opposizione, si è deciso di “formare” una delegazione composta da esponenti di maggioranza ed opposizione per discutere con l'Assessorato alla Sanità delle problematiche di Turi. Diverse le questioni che affliggono la nostra sanità: il depotenziamento del Distretto Territoriale, la mancanza dei pediatri e il probabile depotenziamento del 118, che impoverirà la nostra ambulanza della figura del medico. “L’Amministrazione è stata fin troppo morbida” – ha commentato Sandro Laera, sottolineando l’atteggiamento di una maggioranza che “non si è resa conto della gravità del problema”. Col prossimo Consiglio Comunale saranno definiti i termini della delegazione che entro fine mese prenderà contatto con l’assessorato per portare all’attenzione di tutti la carenza sanitaria turese. (Rimandiamo all’articolo di riferimento per l’approfondimento di quanto commentato in sede di Consiglio Comunale a partire dalla relazione dalla Dott.ssa Serena Zaccheo, consigliere di maggioranza con delega alla Salute e realizzazione di azioni positive per la promozione dei diritti dell'infanzia). 

Commenti  

 
de pasquale
#1 de pasquale 2014-09-21 14:27
mi spiace per voi ,che scrivete delle notizie non veritiere ,primo quesito ,i pedriata verranno quanto neanche ve lo aspettate ,verranno da Casamassima dr.frampapina e stufano , i tempi della burocrazia dell'asl ,secondo quesito non ci sarà nessun depote1nziamento del 118 riferito dal nuovo responsabile Antonio di bello ,se volete delle notizie documentabile e ora di finire di fare allarmismo che non giova a nessuno il nuovo poliambulatorio e stato inserito nei fondi fers che per ottobre saranno sbloccati .sapete dove trovarmi se volete delle delucidazioni in merito ,lo scrivente al contrario di qualche consigliere che dice da notizie assunte sul giornale ,con questo vi saluto e cercate di non censurare la verità. pino de pasquale
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI