Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Palmisano: “Rimandare la Sagra è stata la scelta migliore”

Antonello Palmisano

La scorsa settimana abbiamo annunciato lo slittamento dell’appuntamento annuale con la Sagra della Percoca al 6-7-8 settembre. Un argomento che aveva fatto vociferare in tanti nelle piazze cittadine, additando questa o altra causa per darne una spiegazione. Già la Presidente della Pro Loco, Rina Spinelli, aveva sciolto ogni perplessità, sottolineando in particolar modo la mancanza, nel periodo indicato per la Sagra, 9 e 10 agosto, del frutto, danneggiato a causa delle avverse condizioni.

Dopo la conferma dello spostamento dell’appuntamento estivo, con uno dei prodotti cardini della nostra terra, hanno continuato a circolare commenti, chi a favore, chi contrario alla scelta finale. Abbiamo incontrato il consigliere delegato all’agricoltura, Antonello Palmisano per commentare la vicenda.

Quali sono, secondo lei, le cause di questo fermento?

“La Sagra della Percoca è un evento a cui tutti teniamo, ci "appartiene", ci identifica storicamente. Averla persa in passato ne ha aumentato il valore perchè è noto che si apprezza una cosa solo quando la si perde. Il timore che la Sagra saltasse c'è stato da parte di molti, la Pro Loco ha impegnato ogni sua risorsa alla ricerca del prodotto d'eccellenza, dei produttori e dei fondi necessari all'organizzazione dell'evento. La mancanza di alcuni di questi fattori non poteva essere motivo di rassegnazione e se inizialmente era chiaro che la grandine ci avrebbe "rovinato la festa", era altrettanto chiaro che bisognava trovare delle soluzioni e quindi si fa di necessità virtù e data la presenza di varietà i cui frutti maturano a settembre, rimandare la Sagra è stata la scelta migliore”.

Quali sarebbero state le conseguenze della cancellazione della Sagra?

“Sicuramente l'effetto immediato sarebbe stato "quel senso di mancanza" da parte dei cittadini che si sarebbero visti privati di un evento, di un rito o probabilmente solo di un pretesto per uscire, per vedere il paese pieno e vivo. I visitatori delle sagre passate, e i nuovi potenziali curiosi provenienti dai paesi limitrofi avrebbero perso un’occasione per conoscere, assaggiare e acquistare uno dei nostri vanti agroalimentari; inoltre interrompere la continuità dell'evento avrebbe compromesso l'immagine e l'efficacia anche delle future sagre”.

Cosa comporta, dal punto di vista del prodotto, lo slittamento di questo appuntamento?

“Non ci sono grossi problemi a garanzia della disponibilità di prodotto. Le nuove cultivar permettono il raccolto in diversi tempi ed i nostri produttori riescono a garantire discrete quantità fino a settembre. Detto questo purtroppo il prodotto va tenuto alla pianta fino poco prima di essere venduto, ciò significa che i rischi legati alle precipitazioni e alla buona conservazione del prodotto esistono sopratutto da noi, dove non abbiamo ancora sposato i metodi di copertura antigrandine per la frutticultura”.

Il Viandante aveva avanzato l'ipotesi di occuparsi della gestione della Sagra... In realtà, l'Amministrazione, aveva previsto un Piano B dopo la comunicazione della Pro Loco ?

“Come già detto, nessuno si sarebbe mai rassegnato all'annullamento della Sagra, sia l'Amministrazione che la Pro Loco; sapevano che ci sarebbe stata occasione per proporla in maniera ottimale senza forzature legate alle date. Abbandonata l'idea di farla i primi di agosto bisognava individuare la nuova data e la volontà da parte dell'Associazione ‘Il Viandante’ di occuparsene è stato un ottimo incoraggiamento per fissare il nuovo appuntamento. Ciò dimostra come la sinergia tra turesi porti sempre a ottimi risultati”.

Commenti  

 
Osservatore
#4 Osservatore 2014-08-23 01:07
Svegliati Palmisano!!
Citazione
 
 
sei confuso
#3 sei confuso 2014-08-08 09:32
:oops: Sicuramente l'effetto immediato sarebbe stato ..... solo di un pretesto per uscire..... :o
Bella considerazione che hai di noi turesi :zzz
Ma dove vivi :cry:
mi sa tanto che si solo un :-x
Citazione
 
 
xantonello
#2 xantonello 2014-08-07 23:58
io avrei proposto antonello come assessore,si applica,si sprona,perchè lui e anna gasparro non sono assessori,vedi le foto del consiglio,e vedi facce di dpressione,antonello,sei sprecato lI.
Citazione
 
 
c.s.
#1 c.s. 2014-08-06 22:11
Proporrei una passeggiata tra i percochi.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI