Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

In viaggio di nozze a Capo Nord

Pronti a partire per la grande avventura

Lui, Carlo, un motociclista con un grande amore per il nord Europa; lei, Graziella, amante dei viaggi in moto, animata da un grande spirito d'avventura.

I due, dopo essere convolati a nozze lo scorso 19 Marzo, sabato mattina, hanno deciso di intraprendere il viaggio sognato da una vita, quello che li condurrà nelle prossime settimane nella falesia sulla punta nord dell'isola di Mageroya, nella parte più settentrionale della Norvegia, chiamata Capo Nord.

"Quando lui me l’ha chiesto, io gli ho detto che se sentiva di poterlo fare, io lo avrei accompagnato. Da quel momento abbiamo dato avvio ai preparativi per la partenza" - è così che Graziella ci racconta, visibilmente emozionata, il modo in cui hanno deciso di partire.

Nessun hotel riservato per loro, ma solo una Yamaha Super Ténéré con 2 sacchi a pelo ed una tenda. Saranno per loro 4 settimane in cui faranno una full immersion nella natura, nelle quali dovranno far largo ad un gran spirito d'adattamento. Le tappe del loro viaggio non sono ancora del tutto definite, in quanto vogliono concedersi, sino all'ultimo minuto, la possibilità di cambiare direzione.

"Ogni tanto c'è un pò di paura poichè siamo solo noi due con una moto, ma nonostante tutto, siamo convinti di farlo. Anni fa, raggiungere in moto Capo Nord era considerata un'impresa. Noi vogliamo farlo con lo stesso spirito d'avventura d'un tempo, con una moto del '91”.

“Abbiamo deciso di non portare il computer: vogliamo lasciare qui tutto quello che ci lega a casa. Vogliamo goderci al massimo questo viaggio per provare il senso di libertà che solo un'avventura come questa può regalarci”.

“Tra i nostri bagagli – continuano gli sposi - abbiamo inserito delle cartine dell'Europa; c'è anche il navigatore, ma lo utilizzeremo soltanto nei casi di emergenza”.

“Adesso è semplice spostarsi da una parte all'altra del mondo grazie agli aerei, ma questo non è quello che fa per noi, o almeno, non per il momento. Sentire il senso dei sacrificio, la stanchezza delle lunghe ore in moto, per noi, ha un grande fascino” – raccontano con occhi pieni di entusiasmo. “Abbiamo voglia di vivere tutto quello che troveremo lungo il percorso che ci condurrà alla meta: tutti i paesaggi, la gente, ma soprattutto la natura selvaggia con le vaste ed incontaminate foreste. Vogliamo fare tutto questo senza abbatterci e senza perderci d'animo perchè siamo perfettamente a conoscenza che ci potrà essere qualche imprevisto ed è per questo ci siamo attrezzati con pezzi di ricambio per la moto" - ci confida Carlo.

Si tratta di un viaggio lungo ed impegnativo che permetterà loro di mettersi alla prova e di provare emozioni uniche che Graziella ha deciso di annotare giornalmente in un diario - "con il passare degli anni i particolari si dimenticano, noi vogliamo riviverli rileggendo le righe che avrò annotato in giro per l'Europa."

Nell'attesa di ricevere notizie, tutta la Redazione augura loro buon viaggio.                                                                          

Prima nota di viaggio - Gli sposi a Bassano del Grappa

1° Nota di viaggio:

Siamo partiti sabato alle 12,30 direzione Oliero, Vicenza. Abbiamo percorso 890 km circa e dopo aver visitato buona parte della valle del Brenta (le foto sono a Bassano del Grappa) siamo partiti alla volta del Brennero, abbiamo attraversato l'Austria (meravigliosa e dalle cime notevolmente innevate) per giungere (dopo aver preso grandine e acqua x 150 km) alla seconda destinazione (790 km circa) Offenbach Am Main in Germania, nei pressi di Francoforte
.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI