Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Cani: ancora abbandoni

Cuccioli abbandonati dinanzi al canile (1)

Cuccioli abbandonati dinanzi al canile (2)

Sono stati abbandonati nella mattinata di lunedì 7 luglio all’esterno del canile sanitario di Turi. Sono due cuccioli, due femmine, chiuse in un cartone e lasciate sotto il sole. Il cartone, troppo piccolo per contenerle, è stato abbandonato davanti alla struttura, con una coperta termica e senza acqua per rinfrescare gli animali dal caldo di questi giorni. “Avevano sete ed erano molto spaventati” – ci racconta il responsabile del canile, Gaetano Pirulli, commentando il numero crescente di abbandoni durante i mesi estivi. I due cuccioli, di circa due mesi, sono molossoidi, una è incrocio di cane corso e l’altra è un mix di pitbull che subito dopo il ritrovamento sono stati messi subito al sicuro e visitati dal veterinario.

Il cane abbandonato sotto un albero di ciliegie

La la loro storia è solo una delle tante. In una campagna turese, inoltre, è stato ritrovato Lupin, un cane adottato circa un anno fa e poi scappato. È stato recuperato dai volontari del canile mentre era sotto un albero di ciliegie, al fresco. Debole e dimagrito, ma ancora lucido e con la forza di vivere, appena nella struttura si è dissetato e rifocillato con una bella ciotola di pappa.

“Il veterinario, il dott. Francesco Giannini, gli ha somministrato una flebo con delle vitamine ed il nostro piccolo eroe ha subito voluto bere e mangiare” – hanno raccontato in canile.

“Appena possibile cercheremo per lui una famiglia, per ora si godrà la vita con noi e non gli faremo mancare nulla” – hanno ribadito, sconvolti per la triste vicenda di Lupin ma contenti di averlo ritrovato.

Non sono ancora sufficienti gli appelli promossi dalle organizzazioni o dagli enti, contro gli abbandoni dei cani ed animali domestici, poiché puntualmente, con l’arrivo della stagione estiva, i numeri crescono vertiginosamente. La LAV stima che ogni anno in Italia siano abbandonati in media 130 mila animali tra cani e gatti (circa 80.000 gatti e 50.000 cani).

Diverse possono essere le cause che inducono ad abbandonare un animale, ma la prima fra tutti è l'errata valutazione dell’impegno a prendere in casa un animale, in termini di tempo ed economia. Spesso, chi prende in casa un animale lo fa senza valutare l'impatto che la sua presenza produrrà nella vita di tutti i giorni, conseguenza inevitabile quando si accoglie in famiglia un altro essere senziente con le sue esigenze e le sue necessità.

Da sempre impegnata per combattere il fenomeno, la LAV lancia la nuova campagna di sensibilizzazione per chiedere l’attuazione della legge 189/2004 che punisce l’abbandono di animali con l’arresto fino a un anno o con l’ammenda fino a 10.000 euro.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI