Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Benedetta la copertura del carro trionfale

DSC02255

L’atmosfera della Festa Patronale inizia già a respirarsi. Mancano meno di due mesi, ma l’adrenalina per il grande momento si può già sentire. Il caldo torrido del pomeriggio di domenica 6 luglio non ha fermato molti turesi accorsi da piazza San Giovanni, guidati dalla Bassa Musica, sino al cimitero comunale per la benedizione del nuovo ricovero del Carro Trionfale.

“Un’opera necessaria ed utile per salvaguardare uno dei simboli della nostra identità cittadina” – ha commentato il sindaco Menino Coppi, che ha elogiato l’ex presidente del Comitato Festa Patronale e attuale consigliere comunale, Fabio Topputi.

“Esprimo un vivo ringraziamento a tutta la cittadinanza, all’ex Sindaco, Onofrio Resta e Don Giovanni Amodio per aver creduto nel nostro gruppo circa l’organizzazione della Festa” – ha esordito Fabio Topputi, dando il benvenuto ai numerosi presenti.

Un omaggio della comunità turese al suo Santo Patrono rappresenta quindi la copertura del carro trionfale e la manutenzione straordinaria dei portoni lignei del Cappellone di Sant’Oronzo. “Sento di ringraziare l’ex Commissario Prefettizio Dott.ssa Riflesso, la nuova Amministrazione Comunale e l’Arch. Delia Susca per aver accordato al Comitato le autorizzazioni necessarie ad intervenire su parte del patrimonio comunale, senza le quali questi interventi non sarebbero stati possibili” – ha continuato Fabio. Numerose le persone poi citate nel suo discorso di ringraziamento, ognuna impegnata nelle diverse fasi del progetto.

“L’arch. Logrillo, Di Venere Giammaria, Di Maggio, Aldo La sorella, Donato Colamonaco, Michele Fralonardo (detto Michel luce) per la sua infinita disponibilità e Oronzo De Tomaso”. “Da ultimo, - aggiunge infine - ma non per questo meno importante, permettetemi di ringraziare (con un ideale fraterno abbraccio) tutti i membri del Comitato che, con impegno, entusiasmo, onestà e condivisione progettuale, hanno permesso tutto quanto avete avuto modo di apprezzare dalla Festa Patronale 2013 ad oggi”.    

“Sarà presto pubblicato il bilancio definitivo della Festa patronale 2013 perché, oltre a rendere il conto della gestione delle offerte pubbliche ricevute, rappresenti uno strumento di conoscenza per le future generazioni” ha quindi terminato Fabio Topputi che ha lasciato la parola all’architetto Logrillo che ha esposto le caratteristiche della copertura. “Una struttura in PVC di circa 70 Kg fermata da sette barre di ferro necessarie per evitare l’effetto vela”.

Una preghiera di ringraziamento al Signore ha preceduto la benedizione della copertura e dei portoni lignei restaurati, visitati ed apprezzati dai presenti in seguito alle parole dell’Arciprete Don Giovanni Amodio.

Commenti  

 
ragazzina
#2 ragazzina 2014-07-10 17:05
fantastici i personaggi, spettatori...oppure meglio dire.........quanti "taghia-taghia" pronti con l'ultima critica la più costruttiva e infamante che si può fare sul da farsi di questi due giovani.......INDIGNATA.
Citazione
 
 
dof
#1 dof 2014-07-08 22:09
Don giovanni dai fai un sorriso tanto lo ai voluto tu .......
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI