Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Il saluto ufficiale dell'ITES al suo storico Preside

METTILA SU 8 COLONNE PAGINA CENTRALE DEL GIORNALE

Dopo 26 anni di lavoro a Turi, il 1 settembre, il dirigente scolastico Erminio De Leonardis lascerà l'ITES a seguito al raggiungimento dell'età pensionabile. Il saluto ufficiale è avvenuto venerdì pomeriggio, alle ore 19:00, presso la sala teatro dell'istituto.

Tanti gli intervenuti all'evento, molti dei quali hanno voluto dedicare un saluto personale al dirigente.

Primo fra tutti il Prof. Osvaldo Buonaccino, il quale ha rammentato la “totale dedizione per il lavoro” che si è irrobustita nel tempo. “Si tratta di una vocazione disinteressata e sincera” che, in un quarto di secolo, ha dato forza ad un istituto che non aveva nulla, “non trascurando i valori etici”.

Nel 1988, quando Erminio De Leonardis assunse il ruolo di preside, trovò una scuola con un solo corso di studi e 15 classi. Oggi l'istituto vanta quattro corsi di studio e ben 25 classi. A seguito dell'accorpamento con l'istituto “E. Montale” di Rutigliano, il dirigente ha gestito in modo esemplare circa 1000 studenti, un risultato raggiungibile solo con una totale abnegazione ed uno smisurato senso del dovere.

"Quello che sto facendo, a me, sembra di paglia"- dice il professor Buonaccino citando S. Tommaso D'Aquino, proseguendo - "Nessuno ritiene di paglia quello che lei, Preside, ha fatto: nè l'edificio, nè le fondamenta sul quale si regge e neppure la stima che si è conquistato in questi anni".

In seguito è intervenuta una studentessa, in veste di rappresentante, che ha ringraziato il dirigente per il modo in cui ha svolto il suo lavoro, senza mettere mai in secondo piano l'identità ed il valore dei singoli ragazzi. “Noi siamo quello che siamo grazie alla scuola. La scuola è questa grazie a lei" - ha commentato. Anche alcuni docenti dell'istituto “E. Montale” lo hanno sentitamente ringraziato, in quanto, seppur in poco tempo, è riuscito a gettare le basi per una rinascita.

L'omaggio che la scuola gli ha lasciato è una scultura raffigurante il volto di una donna, realizzata dall’artista turese Stefano Rossi ed una pergamena che gli è stata consegnata dalla Professoressa Aurelia Palmisano.

Presente all'evento il Sindaco Menino Coppi che ha potuto constatare il proficuo operato e la trasformazione che la scuola ha avuto in questi 26 anni, avendo ricoperto il suo primo incarico proprio agli esordi della dirigenza di De Leonardis .

L'intervento conclusivo è stato quello dello stesso De Leonardis che, considerandosi un eterno studente, spera di colmare le sue lacune negli anni a venire, dedicandosi a pieno alla sua famiglia.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI