Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

''Nuovi'' letti per l’Ospedale. Dove sono le ''promesse'' della Gentile?

Ospedale di Putignano

L’Ospedale “Santa Maria degli Angeli” di Putignano attende ancora che le “promesse elettorali” dell’ex assessore regionale alla sanità Elena Gentile (incarico affidato nei giorni scorsi a Donato Pentassuglia) diventino realtà e non restino solo “belle parole”. Ci si ostina da sempre, come in un monopoli senza regole, a promettere ciò che realisticamente è impossibile mantenere. Il dono dell’umiltà non appartiene a chi si occupa della cosa pubblica. Si cerca sempre di enfatizzare, tanto poi il tempo è come un lexotan, ti addormenta e ti stordisce facendo dimenticare le promesse fatte.

La “soluzione transitoria” della risonanza magnetica, dismessa dal vecchio Ospedale di Altamura e promessa al nostro ospedale dall’ex assessore Gentile, non riesce ancora ad approdare nella nostra ridente cittadina. Ad oggi, la risonanza magnetica di Putignano è guasta, quella di Altamura è ferma ed inutilizzata nella “città del pane” e il cittadino è costretto a rivolgersi a strutture private o convenzionate per sottoporsi ad un esame.

L’unica “nota positiva” sono i 54 letti, dismessi dall’Ospedale di Altamura e giunti nei giorni scorsi a Putignano. I “nuovi” letti sono stati ripartiti rispettivamente nei reparti di Ortopedia, Medicina, Chirurgia e Ginecologia. In realtà, sarebbero dovuti essere 81 ma 27 letti sono stati dirottati in via provvisoria all’ospedale di Santeramo. E se non ci fosse stato l’interessamento di Giuseppe De Pasquale, rappresentante della Consulta alla sanità, probabilmente ci saremmo ritrovati senza letti. Non bisogna dimenticare l’impegno profuso anche dalla dirigente dell’Ospedale di Putignano, dott.ssa Angela Manghisi, e dal direttore sanitario dell’Ospedale della Murgia, dott. Alessandro Sansonetti.

Noi, il bicchiere lo vediamo “mezzo pieno” perché bisogna sapersi “accontentare”, visto che quando meno te l’aspetti ti puoi ritrovare “scippato” di posti letto e/o reparti. Sino ad oggi c’è andata bene, visto che il nostro presidio ospedaliero è ancora aperto ed efficiente! Però, secondo i “bene informati”, è necessario mantenere “alta l’attenzione” perché la Regione starebbe preparando una nuova “revisione” del piano di riordino ospedaliero che potrebbe “tagliare” ulteriormente i “viveri” al nostro nosocomio.

Intanto, l’intero Sud-Est Barese continua ad essere scoperto di Unità Coronariche dotate di emodinamica per le emergenze cardiologiche, rispetto alle sette UTIC e alle sette emodinamiche concentrate nella città di Bari e alla “promessa” dell’ex assessore Elena Gentile di voler tamponare la considerevole lacuna della provincia barese.

Tra le “priorità” della nuova amministrazione comunale, il Sindaco Domenico Giannandrea dovrà inserire il parcheggio multipiano da realizzare in via Nazario Sauro, nei terreni espropriati dal Comune di Putignano alle spalle dell’Ospedale, al fine di congestionare il traffico dell’ingresso principale del nosocomio, che in futuro diventerà solamente pedonale.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI