Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Contributo per l’acquisto dei libri scolastici

studiare d'estate....

Come per i precedenti anni, gli studenti delle Scuole Secondarie di 1° e 2° grado possono accedere ad un contributo regionale erogato dal Comune per l’acquisto dei libri di testo per l’anno scolastico 2014/2015.

La domanda dovrà essere presentata entro e non oltre il 30 agosto 2014, presso la scuola di appartenenza dello studente, su modello disponibile presso la Segreteria della scuola stessa che fornirà indicazioni per una corretta compilazione dei dati.

Le istanze degli alunni che nel corrente anno scolastico frequentano la classe V^ della Scuola Primaria devono essere presentate alla Scuola Secondaria di I^ grado che sarà frequentata nel prossimo anno scolastico.

Requisito indispensabile per poter accedere ai benefici è quello di possedere un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E.) non superiore ad Euro 10.632,94, documentato allegando alle istanze copia dell’attestazione I.S.E.E., riferita ai redditi del 2013.

Nel caso di corresponsione dei predetti benefici, si applica l’art.76 del D.P.R.n.445/2000, in materia di controllo della veridicità delle informazioni fornite.

Si evidenzia che il contributo sarà erogato previa esibizione al Comune della fattura comprovante l’acquisto dei libri.

Le famiglie che intendono acquistare testi usati dalle cartolibrerie o da privati, dovranno produrre dichiarazione sostitutiva sottoscritta da venditore e acquirente, corredata da documento d’identità di entrambi, da cui si evinca l’elenco dei libri acquistati con i relativi prezzi.

Commenti  

 
siae
#7 siae 2014-06-26 13:19
allora non è cambiato nulla...grazie a queste dichiarazioni cresce ancora di più la discriminazione che poi alcuni docenti accettuano davanti alla classe come se ci provano gusto
Citazione
 
 
ospite
#6 ospite 2014-06-25 20:35
Le famiglie che intendono acquistare testi usati dalle cartolibrerie o da privati, dovranno produrre dichiarazione sostitutiva sottoscritta da venditore e acquirente, corredata da documento d’identità di entrambi, da cui si evinca l’elenco dei libri acquistati con i relativi prezzi.

e che e' sono stati riasumati le SS tedesche :D
Citazione
 
 
Maria l.
#5 Maria l. 2014-06-25 16:36
Visto che alle parrocchie sono collegate tante associazioni locali,non sarebbe forse una buona idea fare un centro di raccolta di libri usati ed in seguito con un lavoro effettuato con molta delicatezza per la privaci tra ente istituzionale scuola il quale raccoglie le richieste e servizio sociale,si potrebbero destinare parte dei testi alle famiglie con disagio ..?
Non abbiamo forse un'assessore alla pubblica istruzione che conosce benissimo queste problematiche visto che e' coinvolta in primis essendo un'insegnante?
Questo significa fare politica di aiuto,sostegno alle famiglie disagiate, non compra e porti lo scontrino e se e quando arriveranno i soldi ed in quale percentuale vi saranno rimborsati.
Assessori Giusy, Lavinia e mi rivolgo anche a lei signor Sindaco,queste sono proposte su un cambiamento...quella clausola che avete accettato non vi fa' onore,cancellatela subito e' vergognosa!
Citazione
 
 
Maria l.
#4 Maria l. 2014-06-25 13:44
E questo sarebbe il nuovo?
Avete fatto un copia incolla di chi vi ha preceduto,di conseguenza siete state incapaci di rendere la richiesta del contributo non discriminante.
Si assessore discriminante in quanto l'anno scorso molti bambini che non hanno potuto anticipare il costo dei libri non potevono seguire il programma di studio che gli insegnanti gia dai primi giorni segnavono sui libri di testo. Ora care assessore immaginate come ci si sente essere presente in classe e sotto gli occhi di tutti i compagni dire al prof...non ho potuto fare i compiti perche' i miei genitori senza lavoro non mi hanno potuto anticipare l'acquisto dei libri.
Inoltre assessore dovete anche informarvi sul costo del materiale didattico che chiedono i professori, che incidera' anche come acquisto sulla famiglia con disagio.( sulle 250 euri)
Comunque sappiate che sulla dispsizione Regionale la clausola dello scontrino non esiste e' solo una invenzione vs e di chi vi ha preceduto.
Io vi ho votati,ora comincio a dubitare che abbia fatto una buona scelta.
Citazione
 
 
siae
#3 siae 2014-06-24 11:31
sono situazioni che ti fanno sentire ancora più male...a questo paese poi...
Citazione
 
 
Genny
#2 Genny 2014-06-23 18:37
Si evidenzia che il contributo sarà erogato previa esibizione al Comune della fattura comprovante l’acquisto dei libri.

Roba da pazzi :o ma come fa uno che versa in situazione di disagio economico provato dalla sua certificazione isee a comprare i libri...e' un paradossale controsenso.
Citazione
 
 
pass
#1 pass 2014-06-23 11:49
ricordo ai miei tempi le discriminazioni subite perchè in situazioni di difficoltà economiche...menomale che i tempi sono cambiati
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI