Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Sporcizia in aula

voto

Sono trascorse circa due settimane dalle elezioni amministrative ed europee che hanno coinvolto il nostro comune e tutta l'Italia. Un giorno di grande fermento, l'apice di un periodo di fervori che hanno portato le sedi dei seggi elettorali ad essere prese d'assalto dai curiosi e candidati.

Dal 24 al 28 maggio le aule scolastiche sono state off-limits per gli studenti e il personale docente e amministrativo, il tutto per permettere le regolari attività inerenti le elezioni.

Al ritorno in aula, la mattina di giovedì 29 maggio, una grande sorpresa per tutti. Pare, come ci riferisce una nostra lettrice, che le aule scolastiche adibite a scuola dell'infanzia e alcune della scuola superiore di primo grado, non siano state preparate per le attività didattiche.

"Noi mamme, i bambini e le stesse docenti ci siamo ritrovate aule sporche, con santini elettorali, cartelloni e un grande disordine" - ci confessa la donna. A fare più scalpore è stato il ritrovamento di una scheda elettorale che prontamente è stata consegnata nelle mani della Polizia Municipale. Carte, sporcizia, polvere e tutto quello che due giornate di grande passione politica possono regalare alla comunità.

"Davanti a tutto questo, noi mamme, le docenti e gli ausiliari scolastici abbiamo ripulito le aule e reso l'ambiente più dignitoso ad accogliere i bambini"- continua la signora al telefono, rimarcando come anche nella classe del figlio, presso la scuola media, sia stata rilevata la stessa situazione. "Supponiamo che tutte le aule siano state lasciate nel disordine e sporcizia - prosegue la nostra lettrice, soffermandosi a riflettere che - nelle giornate seguenti ho visto io stessa la ditta di pulizia e gli operai". "A questo punto mi chiedo che cosa abbiano pulito?" - ha sentenziato, confessando di non sapere se dell'accaduto fosse stato avvisato il Dirigente Scolastico.

Commenti  

 
e tom
#4 e tom 2014-06-16 18:13
Ancora una volta si parla a vanvera. Tutto quanto sopra evidenziato, urlato, accusato e dato per vero non è stato denunciato e messo nero su bianco. Non basta lanciare accuse al vento senza denunciare e produrre prove. Dove sono le denunce, dove sono le prove? Forse anche questa è becera politica.Si vuole solo parlare, accusare genericamente e basta? Se invece si vuol fare sul serio, alora bisogna mettere nero su bianco e produrre prove, denunciare con serietà. In quel caso se le cose sarebbero state provate allora a cominciare dalla ditta appaltatrice sarebbe stata costretta a pagare penali ed ai responsabili di risponderne per iscritto.
Citazione
 
 
giada
#3 giada 2014-06-10 11:04
e chissà quanto schifo uscirà ancora. turesi continuate a fargli fare i loro porci comodi, tanto loro hanno subito la risp pronta "i cittadini mi hanno votato".il problema è come hanno avuto quei voti dai cittadini.
Citazione
 
 
DUBBIOSO
#2 DUBBIOSO 2014-06-10 01:00
CHI AVEVA IL COMPITO DI CONTROLLARE?
CHI CONTROLLA I CONTROLLORI?
CHE VERGOGNA VEDERE LA NOSTRA TURI ARRETRARE SEMPRE DI PIU' RISPETTO AI PAESI LIMITROFI!!!!!!!!!!!
Citazione
 
 
perplessa
#1 perplessa 2014-06-09 17:40
è assurdo
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI