Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Dalla Catucci s.r.l. una proposta per risparmiare

Vito Catucci

È stato approvato lo scorso 22 maggio, dal Commissario Straordinario, dott.ssa R. Riflesso, la proposta della Catucci s.r.l. presentata ad inizio febbraio, inerente l’implementazione dell’attuale sistema di raccolta dei rifiuti urbani mediante l’attivazione del servizio porta a porta di alcune tipologie di rifiuti oggetto di raccolta differenziata, quali bottiglie di plastica, carta e cartone, vetro e frazione organica, dalle utenze non domestiche quali bar, pizzerie, paninoteche, ristoranti, carcere, mensa scolastica, esercizi di frutta e verdura, mercato settimanale e giornaliero, fiorai, supermercati con vendita di ortofrutta insistenti sul territorio comunale e cimitero comunale.

Per il compimento del servizio di raccolta dell’umido la Catucci s.r.l. utilizzerà l’autocompattatore con cassone da 5mc ricevuto in usufrutto dall’ex ATO BA5, mentre il servizio porta a porta non comporterà oneri aggiuntivi per il Comune poiché per l’acquisto dei necessari 50 contenitori per la raccolta dell’umido ed la realizzazione della campagna di informazione si farà interamente carico la Catucci s.r.l.

Il costo di trasporto dell’umido presso l’impianto di compostaggio ricadrà nei costi generali del servizio di nettezza urbana affidato alla Catucci s.r.l. fino alla distanza tra il Comune di Turi e l’impianto di trattamento rifiuti sito in Contrada Martucci a Conversano pari a Km. 34 a/r, mentre per i Km eccedenti (oltre Km 34) dovrà essere corrisposto un corrispettivo di € 0,45/t a Km A/R fino all’impianto di compostaggio.

Sarà perciò individuato l’impianto di compostaggio presso cui conferire la divisione organica di rifiuti e la spesa presuntiva complessiva derivante dal presente deliberato è stimata in € 15,000,00, oltre IVA, in uno € 18.300,00, e trova adeguata copertura finanziaria nel bilancio di previsione anno 2014, esercizio provvisorio, capitolo di spesa n. 9503 “Spese servizio nettezza urbana ed ecotassa”.

Il progetto della ditta Catucci s.r.l. segue le disposizioni della Regione Puglia che con determinazione dirigenziale n.272 del 27/12/2013 pubblicata sul BURP n.03 del 9/01/2014, ha proceduto a validare le percentuali di raccolta differenziata ai fini della determinazione dell’aliquota del tributo speciale per il conferimento in discarica della parte residuale riveniente dal processo di biostabilizzazione dei rifiuti solidi urbani (rsu). Tale quota per l’anno 2014, per i Comuni che non hanno ancora raggiunto la soglia minima della raccolta differenziata fissata dall’art.205 del D.Lgs, 3/04/2006, n. 152 al 65% entro il 2012, tra cui anche il Comune di Turi, ammonta ad € 25,83/t.

Il Consiglio Regionale però, lo scorso 20 dicembre 2013 ha approvato il disegno di legge “disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2014 e bilancio pluriennale 2014 – 2016 della Regione Puglia” introducendo misure di mitigazione della tassazione per quei Comuni che non hanno ancora raggiunto la soglia minima della raccolta differenziata, stabilendo che “tutti i Comuni che prevedono di conseguire nel mese di giugno 2014 una percentuale di R.D. pari ad almeno il 5 percento in più rispetto ai dati validati riferiti al periodo settembre 2012/agosto 2013, sono esentati dal versamento mensile del differenziale del contributo, fermo restante l’obbligo di provvedere all’eventuale conguaglio entro il 30/09/2014”omissis”.

Nasce così la proposta della Catucci s.r.l. che consentirebbe di sottrarre considerevoli quantità di rifiuti che sarebbero assoggettati, oltre che al costo di trattamento all’impianto di biostabilizzazione (€125,00/t.) anche al costo del tributo ecotassa fissato per l’anno 2014 in € 25,83/t., consentendo quindi al Comune di Turi di raggiungere il 5% in più rispetto ai dati validati dalla Regione Puglia riferiti al periodo settembre 2012/agosto 2013 pari al 14,29%.

Una bella iniziativa che farebbe risparmiare a tutti noi cittadini una considerevole somma di denaro, in un periodo di ristrettezze economiche che si aggravano sempre più.

Commenti  

 
fattore k
#2 fattore k 2014-06-18 17:07
vorrei sapere quando cambieranno i cassonetti della raccolta differenziata.
Faccio una raccolta attenta:
lavo le bottiglie, la plastica e l'alluminio e raccolgo la carta. Faccio delle grosse buste piene tutto pulito(un lavoraccio in termini di tempo e denaro:l'acqua che consumo).Bene, arrivo davanti al cassonetto e devo riaprire tutte le buste per mettere una "cosina" alla volta...ma siete impazziti? è questo sarebbe un incentivo a fare la raccolta differenziata?? senza contare cartoni di grosse dimensioni da fare a "pezzettini" per poterlo inserire.
Volevo ricordarvi che a Bari(non New York) i cassonetti hanno una parte superiore che è apribile e consente l'inserimento in un secondo.. è così difficile cambiarli?? magari se aumentaste anche il numero??
Citazione
 
 
tur
#1 tur 2014-06-04 10:32
speriamo che le cose si facciano in fretta e non rimangano solo parole. Se noi cittadini possiamo risparmiare ben venga. E non si dica poi che nessuno ci aveva pensato: la Catucci s.r.l. alzi la voce e si faccia sentire.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI