Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Approvato il Piano Industriale dell’Aro/BA5

cassonetti rifiuti

Con deliberazione n. 68 dello scorso 22 maggio, il Comune di Turi ha preso atto del Progetto Unico del Servizio di Spazzamento, Raccolta e Trasporto dei rifiuti solidi urbani per l’intero territorio dell’ARO5/BA contenuto nel Piano Industriale. È stata approvata la rimodulazione, per l’importo complessivo di € 101.328,68, del progetto avente ad oggetto la fornitura di mastelli per la raccolta differenziata “porta a porta” completi di transponder, progetto che è interamente finanziato con fondi regionali di cui al Programma Operativo FESR 2007-2013 – PPA dell’Asse II – Linea di intervento 2.5 Azione 2.5.1, sottoazione b) – “ Procedura negoziale per la presentazione di proposte d’interventi per il potenziamento dei servizi di raccolta nei comuni attraverso l’introduzione di metodi innovativi di raccolta differenziata “integrata”, e per la cui attuazione in data 31 gennaio 2014 è stato sottoscritto un Protocollo d’intesa tra la Regione Puglia ed il Comune di Turi, avente ad oggetto, proprio, la “Realizzazione di interventi volti ad ottimizzare i servizi di igiene urbana nell’ottica della implementazione e/o sviluppo delle raccolte Differenziate di varie frazioni merceologiche”. La realizzazione di tale progetto comporterà, per questo Comune, una riduzione, diretta ed immediata, dei costi di gestione relativi proprio all’acquisizione dei suddetti beni, costi che, allo stato, risultano inseriti nell’approvando Piano industriale, oltre che costituire un valido strumento per conseguire significativi miglioramenti nelle percentuali di raccolta differenziata.

Il Comune di Turi, in quanto Ente facente parte dell’ARO5/BA, si impegni a prevedere nel redigendo bilancio di previsione pluriennale 2014/2016 e, negli esercizi finanziari successivi, i costi relativi al proprio territorio pari ad € 1.899.352,56 (IVA inclusa), per la fase intermedia, della durata di un anno decorrente dalla data di aggiudicazione definitiva del servizio unico di spazzamento, raccolta e trasporto, presumibilmente stimata per il 1° gennaio 2015, nonché ad € 1.635.258,20 (IVA inclusa), per la fase a regime, decorrente dalla fine della fase intermedia, giusta tabella dei costi di gestione di cui alla pagina n. 306 dell’approvando Piano industriale. La spesa sarà imputata nel redigendo bilancio di previsione annuale 2014, di quello pluriennale 2014/2016 e relativi allegati e, pertanto, potrà essere impegnata soltanto all’atto dell’approvazione dei predetti bilanci. Le risorse necessarie a finanziare le spese di funzionamento della gestione associata, in conformità a quanto stabilito nella convenzione sottoscritta in data 08/03/2013, saranno previste nel redigendo bilancio di previsione anno 2014 e in quello pluriennale 2014/2016. L’importo complessivo delle tariffe applicate agli utenti del servizio d’igiene urbana sarà annualmente fissato in ragione dell’integrale copertura del costo del servizio.

Gli obiettivi che sono stati assunti in sede di redazione del Piano Industriale riguardano la limitazione della crescita dei rifiuti, la tutela ambientale e sviluppo sostenibile, la maggiore equità contributiva nell’attribuzione dei costi di gestione agli utenti mediante l’introduzione di sistemi tariffari legati all’effettivo livello di servizio erogato, una migliore qualità delle frazioni di rifiuto destinate a recupero per consentire una migliore valorizzazione dei materiali raccolti (ad esempio attraverso una minore frammentazione del vetro raccolto), l’aumento della raccolta differenziata finalizzata al recupero di materia fino a raggiungere almeno il 65 % a regime e la riduzione dei costi di smaltimento a fronte del minor quantitativo smaltito.

È possibile consultare sul sito del comune di Turi l’intero Piano Industriale composto di 355 pagine.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI