Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

E fu … fiera!

 I commercianti hanno un messaggio chi ha affossato la fiera

Più che una Fiera di Santa Lucia, quella che si è presentata agli occhi dei turesi ė stata solo un incontro di poche bancarelle, circa una decina.

Numerosi i commenti di amarezza e delusione dalle voci di quanti, nella mattinata del 24 aprile, avevano per tradizione, l’usanza di passeggiare per le vie cittadine alla ricerca di qualcosa da acquistare, o semplicemente commentare le novità per l’estate.

Purtroppo, l’alto costo per l’affitto del suolo pubblico per i commercianti sembra aver frenato anche i più costanti. Pare, infatti, che questo variasse dalle 70 alle 120 euro, a cui dovrebbe aggiungersi la spesa per la SUAP, pagata con un bonifico di 75 euro.

Era un tempo la Fiera della Lana e del Bestiame, oggi, nel 2014, è solo un ricordo.

Questi i post che qualche nostro lettore ci ha lasciato in bacheca:

Anna Maria Loisi deserto......

Rossella Chiarappa Deserto

Maria Dell'Aera Deserto....forever

Pasquita Romanazzi Deserto

Raffaele Valentini DeserT uri..............

Flora Vacchiano degrado

Pasquale Di Pinto Più passa il tempo più vicino all'Africa .......

Sara Spada Che vergogna!

Francesco Roberto stiamo diventando un paese dormitorio ......che desolazione!!!!!!!

Mimma Laruccia Il nulla. . Bravi braviiiiii ....... Ringraziamo chi ha ridotto il paese così

Giuseppe de Pasquale andate ancora a votare i personaggi che hanno ridotto così turi ,e fra poco non avrete neanche il poliambulatorio se così si può chiamare .meditate gente meditate .ciao pino

Terry Sabino Vacchiano Il deserto e piu popolato

Leonardo Lerede Il poliambulatorio oramai è diventato un ambulatorio perché alcune tipologie di visite non si fanno più come l'endocrinologia... Mentre Turi non è che sta diventando ma lo è già da tempo un paese dormitorio... Tra le grandi opere non si riesce nemmeno a sostituire lo scivolo per i bambini in villa!!!

Commenti  

 
fiero
#2 fiero 2014-04-29 08:29
Andiamo, siamo onesti! Non si può, in un momento di crisi di consumi, ecc., chiedere un balzello esoso per un posto ad una fiera paesana. Bisogna essere cauti e lungimiranti in queste scelte, evitando di arrivare ad un "out-out". Credo che un'azione di marketing ben preparata, avrebbe determinato la presenza di tanti operatori economici in fiera, che, alla fine, anche con un balzello minore, avrebbe sortito introiti soddisfacenti per le casse comunali. E per la felicità di tutti quanti, avremmo rivissuto una tradizione plurisecolare. Invece... che tristezza, che desolazione! Povera Turi...!
Citazione
 
 
Pasquale Di Pinto
#1 Pasquale Di Pinto 2014-04-28 13:27
I nostri amministratori ci devono spiegare perchè questo succede solo a Turi, in altri paesi le fiere sono ancora popolate da tanti mercanti, nel 1994 iniziai un cambiamento di marcia per andare in altra direzione, cioè quello di spostare la fiera dal pomeriggio alla sera ma c'è gente che a queste innovazioni non tanto sono partecipi, per loro è sempre un fastidio, son trascorsi parecchi anni in alcuni paesi limitrofi questi orari si stanno attuando e la partecipazione è enorme, questo è un paese asociale
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI