Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

A Turi il Convegno delle UTE del Sud

Ute Convegno

(Foto Valeria Pietrini)

Una giornata che ha lasciato tutti soddisfatti, quella del Convegno nazionale delle UTE svolto a Turi sabato 22 marzo.

Un appuntamento, come ci ha spiegato la presidente della sezione turese, prof.ssa Carmela Vittore, che si unisce al decennale della nostra presenza a Turi. “Questo incontro lo avevamo organizzato da lungo tempo ed è stato fortemente voluto dallo stesso Presidente Nazionale, Mons. Giuseppe Dal Ferro, di Vicenza, per la grande stima che nutre nei nostri confronti”. Sarebbe stato tenuto il 15 marzo, ma le vicissitudini che hanno interessato la scuola turese hanno fatto inizialmente porre in dubbio la sua reale attuazione. “Ma la forza di tutti i corsisti e la stessa tenacia del presidente nazionale che ha voluto sostenerci ed incoraggiarci, mi ha permesso di ricredermi. E così è stato”.

Ute Convegno

Un convegno che ha lasciato entusiasti tutti i partecipanti, compresa la vice presidente nazionale, Giovanna Fralonardo, presidente della sezione di Mola, di cui Turi è sede distaccata. Si è tenuto presso la Sala teatro della Chiesa Madre dove, nel giro di pochi giorni, è stato organizzato un convegno che ha chiamato a raccolta tutti i presidenti pugliesi delle Università della Terza Età. “Tutto è stato possibile anche grazie alla grande ospitalità ed aiuto offertoci da Don Giovanni Amodio” - ha proseguito la presidente turese. 

“Viaggio culturale nel progetto delle UTE” è stato il titolo di questo convegno di primavera e sulla base del quale è stata mossa la relazione del Presidente Nazionale. Un lavoro, quello realizzato dalle sezioni italiane delle Università delle Terze età, che non è fine a se stesso o solamente di intrattenimento, ma parte da una consapevolezza che ha un valore di crescita umana, spirituale, culturale, volte ad arricchire tutti i corsisti. Un valore, quello realizzato dalle diverse realtà territoriali, che si manifesta anche nel crescente numero di iscrizioni che ogni anno riceve.

“Dopo un piccolo break durante il quele i corsisti turesi hanno fatto assaggiare le nostre specialità a tutti i partecipanti al convegno – ha poi aggiunto la presidente – il dott. Giuseppe Ancona, direttore dell’Agenzia delle Entrate di Bari, ha illustrato le norme che regolano le visite guidate e la sicurezza ad esse legate”. Al termine della mattinata, una graditissima sorpresa preparata dalla docente di tombolo, Santina Rossi, ha stupito Don Giuseppe Dal Farro. “A lui ha donato un’immagine della Madonna realizzata col tombolo”.

Dopo l’apprezzato pranzo con le gustose ricette locali, una tavola rotonda ha permesso al presidente nazionale di illustrare il grande progetto di estendere l’orizzonte oltre il mediterraneo ed entrare a contatto con le culture della Slovenia, Croazia, Bosnia, Grecia, Montenegro, Siria, Turchia e altre realtà con le quali hanno iniziato a stringere i primi contatti.

Ute Convegno

Una giornata indimenticabile per tutti, che ha dato lustro ed onore alla nostra comunità e fatto crescere l’interessa nei confronti della nostra cittadina, le cui bellezze sono ancora a molti sconosciute.

“Devo ringraziare sentitamente tutti quelli che hanno offerto spontaneamente la loro collaborazione” – ha rilevato la signora Vittore. “Il Presidente del Centro Studi di Storia e Cultura, dott. Domenico Resta, che ha offerto i libri sulla storia di Turi; Fantasy Drink; le Cantine Coppi ed Andrea Saffi”. “Un grandissimo ringraziamento lo devo rivolgere a Don Giovanni Amodio, per l’ospitalità e l’accoglienza data, cosa che mi ha sollevato da importanti preoccupazioni. Un grazie lo estendo a tutto il gruppo dell’UTE di Turi, una squadra unita, una famiglia che ha collaborato in maniera straordinaria”. Infine, ha aggiunto la presidente, ringrazio l’unica autorità che ha salutato il convegno, il Maresciallo dei Carabinieri, Sacchetti.

Un appuntamento, questo del 22 marzo, che ha regalato a tutti un’importante occasione di rinnovo dello spirito di appartenenza ad una grande famiglia, quella delle UTE, che nonostante le difficoltà che può incontrare nel suo cammino, prosegue nella sua crescita, dimostrando di saper fare, grazie alla volontà di non arrendersi mai.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI