Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Un anno difficile per i violatori della legge

Michele Cassano e Vicecomandante Valentini

Come ogni anno, il 20 gennaio,  durante la Festa di San Sebastiano,  protettore dei Vigili Urbani  d’Italia, la Polizia Municipale di  Turi fornisce pubblicamente un  resoconto di tutta l’attività svolta  nell’anno precedente, in questo  caso del 2013. Con un totale di  12 unità, tra cui il Comandante,  Cap. Michele Cassano, il Vice  Comandante, Ten. Domenico Valentini,  10 agenti, a cui si aggiungono  2 amministrativi, il report  inizia quantificando l’attività della  Polizia Locale: 250 ore impegnate  per questioni di ordine pubblico  e in manifestazioni civili e  religiose, ben 449 ore di servizio  durante le elezioni politiche, effettuati  50 posti di controllo al  traffico, 6834 numeri di protocollo  registrati, 157 ordinanze emesse  e così via. Successivamente si  entra nel dettaglio.  Si parla dei sinistri stradali ai  quali la Polizia Municipale è intervenuta,  con una comparazione  dal 2008 al 2013, dal quale  si evince che, nell’anno appena  conclusosi, il totale degli incidenti  è rimasto in linea con quello  degli altri anni, circa 50, anche  se il numero dei feriti è sensibilmente  diminuito, 35 nel 2013, 33  nel 2012, ma 54 nel 2011.  Per quanto riguarda le violazioni  al Codice della Strada,  è stato riscontrato un totale di  1404 infrazioni; i dati più importanti  vengono dalla violazione  dell’art. 7, con 538 sanzioni per  divieti di fermata e sosta in ZTL,  e dell’art. 158, con 221 multe per  sosta su stalli per disabili, scivoli,  marciapiedi, passi carrabile  e intersezioni. Questo lavoro ha  portato ad un totale di accertamento  di 131.207,28 euro. Naturalmente  questi non sono soldi  incassati, poiché qualcuno potrà  fare ricorso, qualcun altro non  pagherà. È importante far rilevare  che su queste 1404 sanzioni,  sono stati presentati soltanto 30  ricorsi contro l’operato dei vigili,  che corrispondono al 2,13% delle  violazioni rilevate. Di questi 30,  14 sono stati respinti, 8 sono in  decisione e soltanto 8 sono stati  accolti, quindi solo lo 0,42% dei  verbali totali. Numeri molto bassi  che denotano la qualità del loro  operato, tanto da trovare riscontro  positivo anche in chi deve  giudicare eventuali errori.  La Polizia Municipale, oltre  a sanzionare per il Codice della  Strada, è competente secondo la  Legge Regionale, anche in materia  di violazioni amministrative,  comprese quelle riguardanti i  regolamenti comunali e le ordinanze  sindacali. Sono state rilevate  50 inadempienze di questo  genere. La parte più importante,  dati alla mano, è quella del regolamento  comunale sulle affissioni  e pubblicità, con un numero di  14 irregolarità, per cui è prevista  una multa di 412 euro. Sono state  poi constatate 13 difformità al  regolamento comunale riguardo  la convivenza e la tutela della popolazione  canina, nella fattispecie  assenza di microchip oppure  mancata iscrizione all’anagrafe  canina. Sono state rilevate, poi,  6 irregolarità all’ordinanza sulla  prevenzione degli incendi boschivi  e pulizia dei suoli: ogni  anno il Presidente della Regione  Puglia emana un proprio decreto  con il quale vieta di accendere  stoppie e soprattutto impone di  tenere pulite le aree boscate, e  questo controllo lo fa ogni anno  la Polizia Locale. Infine sono stati  effettuati 11 sequestri di merce  non autorizzata. L’accertato di  queste sanzioni amministrative è  di 19.664,25 euro.  Il quadro economico può essere  riassunto in questa maniera: l’accertato  totale tra le violazioni al  Codice della Strada e quelle amministrative,  a cui si aggiungono  le cartelle esattoriali emesse negli  anni 2010 e 2011, corrisponde  a un totale di 218,803,2 euro, con  un incasso di 109.649,12 euro. A  questa cifra si devono aggiungere  le entrate extra tributarie, come  gli introiti provenienti dalle pratiche  SUAP e l’accesso agli Atti  di infortunistica stradale, per una  cifra corrispondente a 7.431,00  euro.  In merito all’attività di Polizia  Giudiziaria, sono state gestite  36 comunicazioni di notizie di  reato, 54 persone denunciate, 37  ascoltate a vario titolo per informazioni  su determinati fatti o  reati. Sono stati poi effettuati un  sequestro penale di pezzi meccanici  e di carrozzeria depositati in  alcuni cassonetti del paese e 24  sopralluoghi nei cantieri edilizi,  dal quale sono emerse 12 violazioni  penali e 3 violazioni amministrative.  A proposito di attività particolari,  la Polizia Municipale ha  mappato tutte le proprietà immobiliari  del Comune di Turi, per  verificare la regolarità dei titoli di  occupazione di chi li gestisce, ed  è stato rilevato che molti di questi  erano irregolari oppure scaduti.  L’amministrazione comunale sta,  dunque, procedendo a emanare le  ordinanze di sgombro. Insieme  all’Agenzia delle Dogane, inoltre,  sono state controllate le varie  sale scommesse del paese, una di  queste non aveva l’autorizzazione  ed è stata quindi denunciata  all’autorità Giudiziaria.  Dai dati di questo report risulta  che nel 2013 sono stati aperti  due pubblici esercizi, è stata autorizzata  una sala giochi e sono  sopraggiunte 110 segnalazioni  di inizio, variazione e chiusura  di varie attività commerciali. Nel  corso dell’anno sono state anche  controllate 90 autorizzazioni  delle 150 (l’attività non è ancora  terminata) per l’occupazione del  suolo pubblico da parte dei commercianti  ambulanti del mercato  settimanale. Da questo controllo  è stato verificato che, tra questi  90 titolari di licenza, qualcuno  si era “dimenticato” di pagare i  canoni di concessione e la tassa  di smaltimento rifiuti, comportando  un ammanco in 5 anni di  circa 30.000 euro. Attualmente  la Polizia Municipale è riuscita  a recuperarne 17.316 euro. Altra  importante attività è stata la  lotta al randagismo canino con  un costo complessivo di 70.000  euro, spese che comprendono il  canile sanitario, il canile rifugio,  le sterilizzazioni, le convenzioni  per le adozioni di 0,50 centesimi  al giorno per chi adotta un cane  abbandonato e il contributo di  50 euro per la sterilizzazione di  cani patronali. È stata stipulata,  inoltre, una convenzione con  le Guardie Zoofile per il rispetto  delle norme del regolamento  comunale e le ordinanze del Ministero  della Salute in tema di  convivenza tra animali e uomini,  con un contributo di 3.000 euro  l’anno.  Infine è stato presentato il resoconto  dell’attività della Protezione  Civile del Comune di Turi:  tra le varie operazioni effettuate,  si contano 8 interventi per emergenza  neve, 87 presenze in feste,  sagre e manifestazioni sportive.  Grazie ad un finanziamento della  Regione Puglia, tra l’altro, l’Ente  si è dotato di una moderna sala  operativa, collegata a quella della  Protezione Civile Regionale, di  divise AIB e di un pick-up per  la prevenzione degli incendi, che  verrà consegnato nel primo trimestre  di quest’anno.  

Commenti  

 
Rosina
#1 Rosina 2014-01-30 14:59
che faticaccia poverini.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI