Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Sulle note della solidarietà si apre la Festa della Ciliegia

manifesto sagra ciliegia 2013  (1) - Copia

Si è svolta martedì 28 maggio, presso la sala Giunta del Comune di Turi la presentazione alla cittadinanza dell’8° Festa Nazionale Città della Ciliegia.

Una serata conclusiva, dopo la conferenza in mattinata presso la sede regionale, che ha voluto porre l’accento sull’opportunità che si offre a Turi e ai suoi produttori con la vetrina che si offre in occasione della Festa Nazionale. A presenziare la conferenza l’Assessore Angelo Palmisano che ha posto l’accento sull’attenzione che quest’anno si vuole dare nei confronti della Lilt. “Ai produttori verrà chiesto di contribuire devolvendo una qualsiasi quantità di ciliegie alla Lilt” – ha spiegato l’assessore turese. “In questo progetto ci crediamo perché vogliamo sensibilizzare i produttori verso la tematica della Lilt e aiutare la stessa associaizone che s’impegna quotidianamente” – ha aggiunto il consigliere Modesto Cazzetta. “Per noi la ciliegia non è solo un frutto – ha continuto - ma anche una forma di pubblicità della nostra terra, delle nostre tradizioni e cultura. Pensiamo che con questo progetto di solidarietà riusciamo ad attirare l’attenzione verso la ciliegia e il territorio”.

Il vicecommissario della Lilt, il dott. Falco, ha elogiato l’iniziativa del comune di Turi che sostiene i tanti volontari locali e nazionali che si impegnano per aiutare i malati oncologici e che promuovono una corretta e sana alimentazione. “Coltivare in modo sano un prodotto previene malattie oncologiche” – è il messaggio che ha voluto lanciare attraverso le sue parole. “La Pro Loco ha voluto sposare tale progetto” – ha commentato Rina Spinelli, presidente della Pro Loco, sottolineando come è fondamentale lanciare un messaggio sociale ai produttori e consimatori. “Lo stesso sarà presentato il 4 giugno in Parlamento e in piazza Navona dove faremo anche gustare il nostro prodotto e conscere la nostra terra”.

“Un plauso alla Pro Loco e  all’amministrazione per l’organizzazione della Festa” – è andato dal sindaco Onofrio Resta per le finalità importanti che si prefiggono con l’edizione 2013. “La ciliegia è uno dei frutti più importanti, ricco di tante proprietà, pertanto è ben associabile agli obiettivi della Lilt, quali quelli della pevenzione”. “Cerchiamo quindi di tutelare, proteggere e valorizzare questa ricchezza del Mediterraneo” - ha concluso il sindaco, promuovendo anche la solidarietà della nostra terra.

“La speranza è che tutti i produttori vogliano devolvere una parte del loro prodotto all’associazione di volontariato e far crescere la sensibilità verso i temi vicini alla Lilt” – è la nota finale della conferenza che dà appuntamento al 4 giugno a Roma. 

manifesto sagra ciliegia 2013  (1)

Commenti  

 
viva
#5 viva 2013-06-10 10:32
ma voi potevate circolare?
ammazzata oo|| quanti forestieri. un peccato che le ciliege sono finite presto e perche' cerano solo 4 stend a tema. tutto il resta era gastronomia e contorni vari
Citazione
 
 
non residente
#4 non residente 2013-06-07 21:13
viva le giostre a largo pozzi. i camion oltre 35 quintali possono circolare benissimo e le giostre stazionare.
l'assessore abita di fronte e vigila sicurmente
Citazione
 
 
Residenti
#3 Residenti 2013-06-07 12:52
Se il buongiorno si vede dal mattino...è notte!! Il centro già blindato da una settimana prima...La storica e più importante piazza di Turi (piazza Silvio Orlandi) trasformato in una giungla disordinata di piante, o meglio la bancarella di un vivaio?? Che squallore!! Perchè invece non utilizzarlo come palco di spettacoli musicali e quant'altro? Mancate di buon senso...
Citazione
 
 
zak 82
#2 zak 82 2013-06-06 10:56
un plauso anche a chi ha permesso che su largo pozzi, circolassero e stazionassero tir oltre i 3,5 quintali, (in violazione al cartello apposto all'ingresso di largo pozzi) e in violazione all'ordinanza sindacale emessa a fine lavori acque reflue, su disposizione del collaudatore dei lavori. ora c'è il rischio che sprofondi l'asfalto? la sicurezza dei cittadini permette o non permette deroghe? io non ci scherzerei. e l'assessore alla sicurezza non ha niente da obiettare? l'assessore alla polizia municipale? l'opposizione? la commissione di controllo? ma dove siete?
gli organi istituzionali che dovrebbero far rispettare l'ordinanza sindacale che fanno?
possibile che nessuno vede?
c'è bisogno di danni irreparabili per aprire gli occhi?
formalmente chi di dovere è stato informato.
con gentile richiesta di pubblicazione. grazie
Citazione
 
 
Sunshine7982
#1 Sunshine7982 2013-06-05 09:31
Buona festa e chiedo un pensiero per noi Turesi a Lussemburgo ;)
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI