Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Rifiuti, la differenziata fa la differenza

Isola ecologica Turi - Vito Catucci

Se i cittadini avessero una predisposizione naturale per la conservazione dell’ambiente, l’ordine e la pulizia, probabilmente eviterebbero di abbandonare rifiuti per strada, per giunta ingombranti e per giunta differenziabili. Gli strali giungono sonori dopo che nei giorni scorsi per le vie cittadine sono stati avvistati televisori e simili abbandonati in luoghi non deputati al ruolo di discarica, e dopo che l’azienda che gestisce il servizio di raccolta aveva già effettuato il ritiro.

A beneficio di memoria, telefonando al n. 080-8915014 del Comando di Polizia municipale, è possibile richiedere il prelievo a domicilio dei rifiuti ingombranti domestici. La segnalazione va effettuata entro le ore 7 del giovedì mattina e i materiali vanno posizionati solo ed esclusivamente sul marciapiedi davanti al proprio domicilio. Il ritiro sarà effettuato dalle 7 alle 9 dello stesso giovedì. E comunque, in ogni caso, si può sempre decidere di conferire presso l’isola ecologica a titolo gratuito. A proposito di rifiuti, il Comune di Turi sta predisponendo in queste ore il questionario mdiffuso dall’Aro dal quale si evinceranno le informazioni necessarie per imbastire la nuova gara d’appalto. Tra le informazioni richieste vi è senz’altro il numero di abitanti (Turi ormai conta 13mila residenti) tra centro abitato e case sparse; la tipologia dei contenitori e la sua frequenza di svuotamento; se vi siano soggetti mdiversi dal gestore preposti alla raccolta (per esempio raccolta mcarta da parte di onlus); se vi è compostaggio domestico e le stime turistiche; i mezzi di proprietà comunale; gli introiti degli ultimi 3 anni della Tarsu; la caratteristiche delle utenze (per esempio luoghi di culto piuttosto che edicole o farmacie o mercato o bar etc.); componenti del nucleo famigliare; raccolta indifferenziato e umido, carta e cartone, vetro, lattine e plastica; spazzamento ed eventi pubblici.
La differenza la fa la differenziata (al di là del giro di parole): se con il ferro intere generazioni hanno vissuto degnamente guadagnandoci, smaltire il legno costa circa 30 euro per tonnellata. Ma l’isola ecologica attualmente in contrada mCamponobile accoglie e disassembla accuratamente i materiali conferiti inducendo un risparmio per il cittadino.

 

I numeri di Turi


Lo strumento: isola ecologica
Esiste da: 12 anni
Tonnellate differenziate: una ventina l’anno
Tempi: 1 volta a settimana recupero plastica; 1 volta ogni 2 settimane recupero vetro, lattine, carta
Incentivi: sì, dal 2002. A tutti i cittadini che conferiscono presso l’isola ecologica
Assegni: sì, a circa 630 cittadini è stato emesso un assegno circolare

Commenti  

 
Bersani
#1 Bersani 2013-04-16 18:59
Da otto anni,armandomi di buona volontà,conferisco carta,plastica,ferro e vetro,risparmiando mediamente trenta euro l'anno,datomi dalla ditta Catucci.Un po di fastidio,comunque ampiamente ripagato.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI