Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Un turese su Rai Uno

 Una domanda del primo round

Un turese Dante Coladonato, laureato in Scienze della Comunicazione, ha partecipato al quiz televisivo "L'Eredità" di Rai Uno condotto da Carlo Conti. La puntata è stata registrata il 24 marzo ed è andata in onda il giorno di Pasqua. Al quiz partecipano sei concorrenti che si sfidano in vari giochi. Ogni gioco prevede un'eliminazione e il concorrente che ha commesso il doppio errore può puntare il dito contro un avversario al quale viene posta una domanda. Se risponde correttamente elimina l'avversario e si impossessa della sua eredità proseguendo nel gioco, altrimenti salva l'avversario ed elimina se stesso. Il gioco prosegue fino ad arrivare alla Ghigliottina, gioco finale, nel quale il concorrente vincitore dei cinque giochi precedenti compete per aggiudicarsi il montepremi accumulato.

L'avventura per Dante è purtroppo terminata al secondo round con il doppio errore nel gioco de "I Fantastici Quattro". Il ventitreenne ha puntato il dito contro una concorrente trevigiana a cui, ironia della sorte, è capitata la domanda eliminazione su un proverbio barese: se Parigi avesse lu meri sarebbe una piccola... . La donna ha risposto correttamente alla domanda eliminando dal gioco il nostro compaesano.

"Mi sono divertito molto - ci racconta Dante - È stata una bella esperienza entrare negli studi Rai e vedere tutto quello che c'è dietro la registrazione di una puntata.  L'idea di partecipare è nata per caso e ho fatto la domanda via internet". Successivamente Dante è stato selezionato e contattato dalla produzione e prima di partecipare al programma ha dovuto sostenere un provino a Brindisi. Accompagnato dal padre Menico, Dante ha portato negli studi a Roma le prelibatezze tipiche di Turi, le faldacchee, gradite in modo particolare dalle "professoresse" dell'Eredità. Il giovane turese ha salutato i familiari e i suoi amici e dopo un giro nella splendida Roma ha fatto ritorno nella sua terra, la piccola Parigi.  

Il momento della presentazione con il padre Menico

Commenti  

 
010
#6 010 2013-04-11 20:50
Ma poi che cazzo centrano le faldachee ma bho
Citazione
 
 
madòòò
#5 madòòò 2013-04-11 17:42
davvero alla preistoria...povero paese mio..!! si parla ancora di APPARTENENZE.. di CETI.. E poi, sarà anche una fesseria, ma a me ha fatto piacere, quel giorno, essere sorpreso dalla partecipazione di un TURESE.. che, quanto meno si è esposto, a differenza di tanti baldi giovanotti che, come tante vecchie comari, spettegolano, criticano ed altezzosamente giudicano.!!
Citazione
 
 
anonim italiano
#4 anonim italiano 2013-04-11 14:03
ogni fesseria dobbiamo farne una notizia...mah e poi chi è questo? di turi? mai visto....
Citazione
 
 
010
#3 010 2013-04-09 19:04
rimettete il commento subito
Citazione
 
 
010
#2 010 2013-04-08 19:27
" LU MERI ? " MA CHE E' STA COSA? COME C*** LI SCRIVETE GLI ARTICOLI DIO SANTO
Citazione
 
 
010
#1 010 2013-04-08 19:25
Soliti articoli per i raccomandati.
Fosse stato uno appartenente ad un ceto "inferiore" neanche lo avreste calcolato.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI