Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

L’economia turese fra crisi e depressione

 crisi-turi

 

 

Turi - Le entrate tributarie del comune di Turi sono abbastanza stabili nel periodo 2008-2010.
Non ci sono grandi movimentazioni che possono essere considerate come capaci di esprimere una politica economica delle entrate tributarie a Turi.
In modo particolare possiamo considerare che le entrate tributarie che nel 2008 erano pari a 3.411.216 milioni di euro ovvero pari allo 0,02% del PIL del 2008, hanno subito una pressione nel passaggio dal 2008 al 2009 ovvero facendo segnare un -370 mila euro, riducendosi del 10,87%. L’andamento delle entrate tributarie è stato invece positivo nel passaggio dal 2009 al 2010. Nel 2010 il valore delle Entrate Tributarie è stato pari a 3.3 milioni di euro, un aumento di 267 mila euro rispetto al 2009 pari al 8,78%. Inoltre se consideriamo la partecipazione delle Entrate Tributarie al Totale delle Entrate Tributarie possiamo verificare che questa è stata pari al 32,4 % nel 2008, al 33,23% nel 2009 e al 32,57% nel 2010. Possiamo quindi sottolineare che il volume delle Entrate Tributarie è sostanzialmente costante nel corso del periodo considerato. Questo è dovuto al fatto che le Entrate Tributarie in quanto sono il frutto di norme che impongono tasse e tributi rimangono sostanzialmente costanti nel corso del tempo e non subiscono molte variazioni. Si tratta infatti della parte più costante delle Entrate Tributarie.


La voce Entrate da contributi e trasferimenti correnti è stata invece sempre crescente nel periodo considerato. Nel 2008 l’ammontare di questa voce è stato pari a 1,9 milioni di euro, pari all’1,31% del Pil dell’economia turese per quello stesso anno. Nel 2009 le Entrate da Contributi sono cresciute del 33,13% ovvero di 635 mila euro arrivando a pesare per il 1,78 % del Pil di quello stesso anno. Nel 2010 la crescita è continuata arrivando a fare segnare un valore di 2,6 milioni di euro pari ad una crescita del 5,06%. Si tratta di un dato in controtendenza rispetto all’idea diffusa che i contributi e i trasferimenti da altri enti si siano ridotti nel corso del tempo. In realtà per i dati che sono stati elaborati dall’IPRES possiamo dire che il volume dei contributi e trasferimenti correnti da altri enti è stato sempre crescente nel corso del tempo.


Le etrate extratibutarie sono state invece abbastanza costanti nel corso del tempo pari a 466 mila euro nel 2008, a 533 mila euro nel 2009 e a 525 mila euro nel 2010. Le entrate extratributarie in termini di Pil hanno sono cresciute dal 2008 al 2010 passando dallo 0,28% allo 0,46%. Le entrate extratributarie sono considerate come proventi da servizi pubblici, da aziende speciali, e quindi denotano la presenza di una qualche attività che il comune svolge anche a mezzo di società che sono partecipate.


Le Entrate da alienazione, trasferimenti di capitale e riscossioni di crediti si sono molto diminuite dal 2008 al 2010. Se infatti nel 2008 il valore di questa voce era pari a 3,9 milioni di euro, nel 2009 è sttao pari a 1,9 milioni di euro e nel 2010 pari a 2,7 milioni di euro.
Le Entrate da Accensioni di prestiti sono invece state pari a 0 nell’intero periodo considerato. Questo può derivare dalla complessa situazione del bilancio comunale che non consente con facilità di accedere a nuove forme di indebitamento.
Le entrate da servizi per conto di terzi sono state sempre crescenti nel corso tra il 2008 e il 2010 pari a 735 mila euro nel 2008, a 1 milione di euro nel 2009 e a 881 mila euro nel 2010.


In totale possiamo dire che il Totale Generale delle Entrate Tributarie è stato pari a 10,5 milioni di euro nel 2008, facendo segnare una riduzione nel 2009 con un valore di 9,1 milioni di euro e ritornando a crescere nel 2010 raggiungendo il valore di 10,1 milioni di euro. Complessivamente il valore del Totale generale delle Entrate Tributarie rispetto al Pil è cresciuto dal 2008 al 2010 passando dal 7,25% al 9,24% a causa principalmente della riduzione del PIL.
Dal nostro punto di vista, poiché l’economia turese mostra elementi di forte crisi e depressione, potrebbe essere importante una azione amministrativa volta a intraprendere attività di servizi e produzione anche attraverso la creazione di aree da destinare alla produzione artigianale e alla trasformazione di prodotti agricoli, e in generale attività che possano incrementare le Entrate da Servizi per conto Terzi.
Laddove infatti l’impresa è carente, l’economia pubblica deve farsi carico anche della introduzione di elementi di produzione e servizio che possano anche incrementare la competitività e stimolare la crescita economica.

 Dati-economia-turi

Commenti  

 
concordo...
#3 concordo... 2012-12-29 16:20
...con piccoli monti!! un'analisi generica e raffazzonata. Va bene esporre le cifre e le tabelle, ma poi lasciare tutto nel vago significa non avere la più pallida idea di come si dovrebbe svolgere praticamente quetsa "azione amministrativa". Amici, le chiacchiere stanno a zero, siamo tutti bravi a parlare, ma i fatti dove sono?!? Buone Feste.
Citazione
 
 
Antonio Tateo
#2 Antonio Tateo 2012-12-29 14:25
La mia opinione è che l'articolo di Angelo Leogrande sia una fedele fotografia dei dati elaborati dall'Ipres tranne la citazione delle società partecipate per le entrate extratributarie. Lo prendo come nuovo stimolo il punto di vista riguardo alla crescita economica di Turi con la creazione di area produttiva. Al riguardo, è necessario che tutte le forze locali sia politiche sia imprenditoriali si sforzino con un'azione congiunta e condivisa per trovare una soluzione ala questione. Per questo è ingiusta e ingenerosa la critica dell'anonimo commentatore.
Citazione
 
 
piccoli monti
#1 piccoli monti 2012-12-28 14:37
Turi ormai sembra pieno di tanti piccoli Monti, ognuno ha la soluzione, ma sempre troppo generica. Che vuol dire azione amministrativa volta a intraprendere attività di servizi e produzione anche attraverso la creazione di aree da destinare alla produzione artigianale e alla trasformazione di prodotti agricoli, e in generale attività che possano incrementare le Entrate da Servizi per conto Terzi?? In pratica? Come fare? Con quali soldi? Quali finanziamenti?

Inoltre vorrei capire chi scrive esattamente, visto che si parla di un "nostro punto di vista"...

Questo articolo mi sembra più pubblicità personale che altro.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI