Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Halloween: favorevoli o contrari?

 Halloween-turi

 

 

Le vetrine dei negozi si tingono di arancione e nero, colori dei tempi che cambiano. In passato, al ritorno a scuola dopo “il ponte di Tutti i Santi”, le maestre proponevano temi sul mese di novembre: fiori, crisantemi, visite al cimitero con i genitori. I bambini imparavano a gestire il dolore, la perdita, attraverso il mese più mesto dell’anno. Anno dopo anno, complice soprattutto la scuola e gli insegnanti d'inglese, assieme alla voglia di approcciarsi alla cultura anglo-americana, la festa di Ognissanti è diventata altro: ai Santi si sono sovrapposti i teschi, ai fiori le zucche, alle “focaccine dei morti” i cioccolatini, in quello che è ormai, anche in Italia, una sorta di carnevale autunnale. Halloween è una festa di tradizione celtica: la fine dell’estate rimandava all’idea della morte, e si chiedeva agli spiriti protezione per il raccolto dell’anno successivo. Negli Stati Uniti prima, nel resto dl mondo poi, la festa ha via via acquisito nuovi simboli: dalle zucche agli spaventapasseri, fino a pescare nei film horror contemporanei. Il tradizionale “Dolcetto o scherzetto?”, ovvero il girare mascherati di casa in casa alla ricerca di cioccolatini e caramelle sotto il ricatto di “scherzetti” vari, è sempre di moda. E a volte Halloween diventa occasione per compiere atti vandalici senza temere rischi: la mattina del primo novembre le strade sono piene di persone che “contano i danni” della nottata precedente: puliscono i portoni da impasti di uova e farina, lavano le auto, spazzano i cortili. I bambini festeggiano Halloween mascherandosi, a volte riproponendo abiti altrimenti usati soltanto a carnevale, a volte scegliendo maschere dei più comuni personaggi dark: scheletri, vampiri di vecchia e nuova generazione, streghe. I negozi si riempiono di dolci a tema: cioccolatini a forma di zucche, lecca-lecca a forma di fantasmi. Ma Halloween non è una festa soltanto per bambini. Molti giovani si ritrovano a feste, meglio se danzanti, in maschera. Occasione come tante per divertirsi e fare festa, sollievo per i negozianti in preda alla crisi, stimolo ad approfondire altrui culture. Ma c’è anche chi non ci sta. Molti credenti non condividono questa sorta di ritorno a tradizioni pre-cristiane, e in diverse città si organizzano veglie di preghiera in occasione della vigilia di Ognissanti. “Prima era più facile parlare ai bambini della morte - osserva una giovane mamma - Vestirsi da fantasmi o scheletri dovrebbe servire ad esorcizzare la paura, invece fa l’effetto contrario, e ora i bambini sono molto più spaventati da queste realtà.” Anche sui più comuni social network si sfidano le opposte fazioni “Halloween sì – Halloween no”. Mentre discoteche e ristoranti invitano a feste in maschera, alcune associazioni cattoliche, tra cui per esempio la polignanese “Associazione Giovanni Paolo II”, invitano i cristiani ad utilizzare come foto profilo per il giorno di Halloween l’immagine di uno dei Santi della tradizione cristiana, spiegando i motivi per cui si è legati a una figura in particolare. Una maniera per fare cultura e al tempo stesso ritrovare le radici della propria fede. 

Commenti  

 
bene
#4 bene 2012-11-15 18:27
io non sono ontraria ani a piae he ibabini i engono a fae doletto sheretto e dopo e un oento per distrarsi dallo studio io hallowen
Citazione
 
 
lotus
#3 lotus 2012-11-06 14:20
a me piace :-) come piace oktoberfest,la zampina,le uova a pasqua,la calzetta della befana,le focaccine,....il resto solo da bizzoche e pseudo salvatori della patria.
Ma lasciate che i bambini si divertono,non capisco tutto questo allarmismo e paure quando in televisione si vedono quotidianamente scene horror,provate a vedere i tg all'ora pranzo sulle tre reti nazionali,specie la cronaca...roba da suicidio,halloween e' solo una barzelletta al confronto.
Aggiornatevi,siamo in Europa!
Citazione
 
 
Bah!
#2 Bah! 2012-11-05 19:27
Sono contraria a questo sciupio e in particolar modo agli scherzi che fanno i ragazzi. Una cosa è conoscere le tradizioni di un altro paese, un'altra è far proprio queste tradizioni che non hanno niente a che fare con noi italiani.
:-)
Citazione
 
 
Maurizio
#1 Maurizio 2012-11-05 14:48
Ancor prima della festa di tutti i Santi,secondo me dovremmo guardare la fisionomia che hanno assunto il Natale e la Pasqua, passando prima dal battesimo, dalla comunione e dalla cresima.
Cosa è rimasto di cristiano in tutte queste festività o eventi? Halloween rimane tra tutti il male minore.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI