Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Nuovi tesserini per disabili

 tesserini disabili

Con Decreto del Presidente della Repubblica del 30 luglio 2012, n. 151 il legislatore ha adeguato la simbologia e il contrassegno per la circolazione e la sosta dei veicoli al servizio delle persone disabili al modello previsto dalla raccomandazione n. 98/376/CE del Consiglio dell'Unione europea del 4 giugno 1998.

Con ben 14 anni di ritardo, finalmente, anche l’Italia si dota dei nuovi tesserini che, rispetto al passato, hanno delle novità significative. In primis, il tesserino è dotato della fotografia del titolare e dallo stesso sottoscritto. Prima di essere plasticato, il tesserino viene munito di ologramma anticontraffazione e logo del comune che lo rilascia. A questi dati sostanziali si aggiunge anche un nuovo colore del tesserino: è abbandonato l’arancione per far posto ad un azzurro con il logo bianco della carrozzina.

Il comune di Turi ha già iniziato la distribuzione dei nuovi tesserini, mentre quelli già rilasciati saranno ritirati nei prossimi mesi con un’apposita campagna di richiamo. Le Amministrazioni pubbliche hanno tre anni per sostituire i vecchi tagliandi che, se non sostituiti, perderanno di efficacia a partire da settembre 2015.

Le novità non riguardano solo il tesserino ma anche la segnaletica orizzontale e verticale dei posti auto riservati alle auto al servizio delle persone disabili: sino allo scorso settembre lo stemma era arancione con simbolo bianco, da settembre diventa azzurro con il simbolo bianco. Anche in questo caso le amministrazioni e i privati hanno tre anni di tempo per adeguarsi.   

 E’ importante sottolineare che il decreto presidenziale stabilisce che il tesserino potrà essere accordato solo in presenza di apposita documentazione medica rilasciata dall'ufficio medico-legale dell'Azienda Sanitaria Locale, anche in caso di patologie temporanee.

Inoltre, con il provvedimento di luglio, si fa chiarezza anche sulla concessione dei posti auto. Infatti, solo nei casi in cui ricorrano particolari condizioni di invalidità della persona interessata, che determinano un’impedita o sensibilmente ridotta capacità di deambulazione, il comune può, con propria ordinanza, assegnare a titolo gratuito un adeguato spazio di sosta individuato da apposita segnaletica indicante gli estremi del "contrassegno di parcheggio per disabili" del soggetto autorizzato ad usufruirne. Tale agevolazione potrà essere concessa a condizione che l'interessato, già detentore di tesserino per disabili, non abbia la disponibilità di uno spazio di sosta privato accessibile, nonchè fruibile, e la zona sia ad alta densità di traffico.

Da settembre è iniziato il rilascio dei nuovi tesserini. Per quanto riguarda la segnaletica stradale, è in corso una procedura di gara.

Il Comandante la Polizia Locale

Dott. Michele Cassano

 

Commenti  

 
G.Maurizio Pinto
#1 G.Maurizio Pinto 2012-10-22 12:24
Sarà vero che stavolta lo togliamo ad un bel po di persone anche a Turi? Hanno DIRITTO al contrassegno SOLO persone con ELEVATA o GRAVEMENTE COMPROMESSA capacità di deambulazione. Qui lo ha pure chi ha un 'unghia Incarnita
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI