Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Turi: si passa all'ARO 1

rifiuti

L’acronimo è Aro e sta per Ambito Rifiuti Ottimale. È il nuovo organismo consorziale nato per sostituire la partecipazione all’Ato (Ambito Territoriale Ottimale). È la conseguenza della legge regionale n. 24 del 24 agosto scorso che si propone il “Rafforzamento delle pubbliche funzioni nell’organizzazione e nel governo dei Servizi pubblici locali”. La legge prevede che il ciclo integrato dei rifiuti urbani sia disciplinato dalle disposizioni normative in materia e dal Piano Regionale che sarà approvato dalla Giunta regionale entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della legge e che potrà, all'interno di ciascun ATO, «definire perimetri territoriali di ambito sub-provinciale per l’erogazione dei soli servizi di spazzamento, raccolta e trasporto, denominati Ambiti di raccolta ottimale (ARO)».

Dal 1 gennaio 2012, gli Ambiti territoriali ottimali sono ridotti a 6, ognuno dei quali coincidente con il territorio di ciascuna provincia pugliese. A seguito di alcuni incontri tra i sindaci dei vari comuni interessati, è stato definito di proporre alla Regione Puglia la proposta di perimetrazione degli ARO, all’interno dell’ATO BA/5: ARO 1 ab. residenti 86.864 - ACQUAVIVA DELLE FONTI- CASAMASSIMA - GIOIA DEL COLLE - SAMMICHELE DI BARI - TURI; ARO 2 ab. residenti 91.337 - ALBEROBELLO - CASTELLANA GROTTE- LOCOROTONDO- NOCI- PUTIGNANO; ARO 3 ab. residenti 127.846 - ADELFIA - CELLAMARE - NOICATTARO - RUTIGLIANO - TRIGGIANO - VALENZANO; ARO 4 ab. residenti 119.042 - CONVERSANO - MOLA DI BARI - MONOPOLI - POLIGNANO A MARE.

Commenti  

 
jimmy
#1 jimmy 2012-10-23 16:38
ATO o ARO sempre CICCIO paga....
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI