Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Brienza pronto alla sfida dei 1200 alunni

Brienza

Sono circa 1200 alunni e 111 insegnanti quelli che si apprestano a far parte del nuovo istituto comprensivo di Turi Resta-Giannini. Il dirigente Ferdinando Brienza dopo un lungo lavoro di preparazione è pronto ad accogliere tutti i suoi vecchi e nuovi alunni per l’inizio del prossimo anno scolastico.

Quali problemi sono sorti dal ridimensionamento e relativo accorpamento tra scuola dell’infanzia, primaria e secondaria?

Il sottoscritto fin dal mese di luglio ha iniziato un lavoro di preparazione per la strutturazione di un istitutivo comprensivo che avrebbe abbracciato i 3 gradi di scuola. Grazie a questo lavoro e alla piena disponibilità di quanti docenti e non docenti, possiamo far si che questa nuova istituzione inizi nel migliore dei modi.

Ha scelto dei collaboratori per poter far funzionare al meglio l’istituto?

Il dirigente scolastico secondo la normativa contrattuale può affidare incarichi come collaboratori a due docenti, al prof. Leronni a cui ho concesso l’esonero dall’insegnamento perciò sarà sempre a completa disposizione, e alla prof. Rosa Palmisano. In più ho nominato quali fiduciari per la scuola primaria Spada Maria Antonietta e Spinelli Viviana e per la scuola dell’infanzia Resta Tina.

Come si è proceduto per il sorteggio delle classi?

Per quanto riguarda la scuola primaria e dell’infanzia sarà effettuato un sorteggio pubblico sia dei docenti che degli alunni. Sarà esclusa dal sorteggio la classe prima a tempo pieno.

Per quanto riguarda la scuola media, inizialmente, si doveva fare il sorteggio il collegio dei docenti in virtù di diverse situazioni che avrebbero reso difficoltoso fare tale scelta ha optato per una formazione delle classi tenendo conto dei vari parametri utilizzati per la formazione delle classi; che sono: il bilanciamento tra alunni e alunne; la fascia di profitto; l’incompatibilità tra alunni; l’inserimento di alunni diversamente abili e affetti da dsa (disturbi specifici di apprendimento) ed infine il rispetto della sezione per i fratelli.

Come sarà strutturato l’orario della scuola primaria e dell’infanzia?

La scuola dell’infanzia conferma gli orari dell’anno scorso; da lunedì al venerdì, dalle 8 alle 16 con la mensa (quando sarà attivata la mensa da novembre). 8-13 fino a quando non sarà attivata la mensa.

Le due prime a tempo pieno faranno da lun. al ven. 8-16; mentre per le altre classi è prevista la settimana corta dal lun-ven con orario 8:05-13:35 ; con successive regolamentazione dell’orario diverso per le quinte in quanto faranno 30 ore settimanali, mentre il resto delle classi sarà da 27 ore.

Un augurio ai docenti e agli studenti?

Il sottoscritto è supportato da parecchio entusiasmo ed attaccamento alla sua professione e si augura che tutto il personale possa mostrarsi sempre sensibile, disponibile, in tutte le attività previste al fine di poter consentire un adeguato percorso formativo, educativo e dell’apprendimento di ogni singolo alunno. Il dirigente sarà sempre vicino e sempre presente nei suoi interventi; nonostante la complessità di un istituto comprensivo le aspettative sono positive.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI