Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

Il nido, un percorso per crescere

illustrazione

Finite le ferie e terminata la stagione estiva si torna sui banchi di scuola o al lavoro. In questo panorama sociale, spesso il lavoro, in particolar modo quello femminile, non concilia molto con le necessità familiari e di crescita dei figli. Per far fronte a questa problematica, circa trent’anni fa sorsero i primi asili nido. Pensati soprattutto come una forma di custodia per i bambini piccoli, per facilitare l'ingresso o il permanere della donna nel mondo del lavoro, oggi l’asilo nido ha sempre più acquisito importanza nelle famiglie per il progetto educativo e pedagogico che si prefigge: i nidi sono le strutture dove i piccoli vivono il primo distacco dalla famiglia ed è cresciuta la consapevolezza dell'occasione educativa che un tale passaggio rappresenta.

Luogo educativo per i bimbi tra i tre mesi ed i tre anni, il nido avvia il piccolo ai rapporti con il mondo sotto le cure di personale esperto. É quindi di fondamentale importanza che la scelta della struttura sia oculata e tenga conto delle esigenze del bambino e della famiglia. Importanti anche la preparazione degli insegnanti, l'igiene, la varietà e la qualità del cibo che in esso è distribuito.

Anche nella nostra piccola realtà cittadina, accanto al tanto discusso asilo nido comunale del quale si conosce ancora poco il futuro, possiamo annoverare due importanti realtà che anno dopo anno crescono ed offrono alle famiglie turesi l’opportunità di lavorare e allo stesso tempo crescere i bambini nel migliore dei modi.

Nei pressi di piazza Venusio, “L’Isola che non c’è” di Giannandrea Patrizia, per i bimbi dai 3 ai 36 mesi o alle spalle della caserma dei carabinieri, “Il Bosco dei Cento Acri”, asilo nido e ludoteca di Di Pinto e Terry De Tommaso. Attività didattiche finalizzate alla crescita ed allo sviluppo motorio, sensoriale o linguistico in ambienti e spazi a misura di bambino sempre seguiti da educatori che indirizzano e incoraggiano nelle sue propensioni o interessi personali di ciascuno di loro.

L’importanza dell’asilo nido risiede nella stessa crescita e sviluppo di ogni bambino, pertanto chiunque fosse interessato può visitare o prendere contatto con le strutture presso le stesse sedi e conoscere le offerte didattiche e gli orari proposti per il nuovo anno scolastico 2012/’13.

Commenti  

 
MAMMA
#1 MAMMA 2013-03-05 18:28
RESPONSABILI - ISCRIVETEVI al Catalogo Telematico dell' Offerta di Servizi di Conciliazione Vita-Lavoro rivolti all' Infanzia e all' Adolescenza-
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI