Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Seminario Gal deserto!

gal 11 set1

Importanti argomenti ma pochi interessati e presenti all'annunciato incontro del pomeriggio di martedì 11 settembre per il seminario del GAL “Terra dei Trulli e di Barsento” organizzato presso la Sala Consiliare del Comune di Turi, finalizzato al “Sostegno allo sviluppo e alla creazione d'imprese”. A nome del sindaco di Turi, al Seminario hanno presenziato il consigliere Tonio Palmisano, il vicesindaco Mariangela Volpicella, il consigliere Isa Schettini e l'assessore Angelo Palmisano. Ad esporre le caratterisciche del Bando, il presidente del GAL, Stefano Genco.

Il bando “Misura 312” pubblicato sul BURP n. 119 del 16 agosto, mette a disposizione un milione e 306mila euro per la creazione di microimprese. Il contributo massimo che si potrà chiedere, corrispondente al 50% dell’investimento, è di 40mila euro per singola azione.

I settori interessati a richiedere il finanziamento sono l'artigianato locale (lavorazioni tessili, di legno, bigiotteria, vetro, ceramica, cartapesta, ecc.), il commercio di prodotti tradizionali tipici (erboristerie, oggetti di artigianato…), i servizi all’infanzia e agli anziani (ludoteche, baby sitting e centri ricreativi) e i servizi attinenti il “tempo libero” (biblioteche, piccoli centri ricreativi, centri adibiti alla presentazione di produzioni cinematografiche e/o spettacoli, attività di intrattenimento e di sport) tutti facenti parte del distretto del GAL (Alberobello, Castellana, Gioia, Noci, Putignano, Sammichele e Turi). Alla presentazione della domanda (anche a più “Azioni”), in scadenza il 30 settembre e prorogata al 1 ottobre, occorre essere iscritti nel registro delle imprese (anche se non attive) ed avere partita IVA, possedere una sede e nel caso di microimprese non avere più di 10 dipendenti e non superare i 2 milioni di euro di fatturato annuo.

gal 11 set2Indispensabile, in questa fase, la figura del consulente tecnico del richiedente che dovrà inoltrare la richiesta al portale regionale e al SIAN. “Nell’ultimo bando – dichiara Antonicelli –sono pervenute richieste per 40milioni di euro a fronte dei 6 milioni disponibili.”

Il contributo può essere utilizzato per ristrutturazioni e ampliamento dei locali, software, tecnologie e servizi, nuovi macchinari per potenziare e ampliare l’attività, inclusi gli studi di fattibilità e consulenza e marketing questi ultimi in misura non superiore al 25% del contributo chiesto.

Lodevole anche l’impegno profuso nei dettagli più tecnici legati alla compilazione dei modelli, alla presentazione delle domande, alla documentazione da allegare, ai criteri di selezione che agevolano le donne titolari di impresa (con 3 punti), e coloro che hanno meno di 40 anni (con 2 punti). Tutelate, inoltre, le fasce deboli (disoccupati, lavoratori con persone a carico, con più di 50 anni e disabili).

Altro punto importante, la lettera di accettazione della concessione di aiuto con impegno agli adempimenti in essere da spedire al GAL entro 10 giorni dall’ammissione al finanziamento, pena la decadenza dello stesso.

Chiunque fosse interessato al progetto, può comunque scaricare il bando sul sito del Gal SEB, insieme ai moduli necessari per poter accedere al sostegno o telefonare allo 080 4322767 o inviare una mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Commenti  

 
gatti alice
#1 gatti alice 2012-09-20 10:53
e cosa vi aspettavate
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI