Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Indennità di fine mandato. Spetta solo al Sindaco

municipio

Sin dalla scorsa settimana, tanti sono i commenti giunti sul nostro forum a riguardo delle indennità e liquidazione alla passata amministrazione.

Vediamone qualcuno: "La delibera e' stata emanata dal settore affari generari tra il 15 e il 30 maggio.[...]" -dice 'perplesso' a cui 'Confusione' risponde: "Certe volte si fanno commenti a vanvera tanto per essere inutili protagonisti. Il diritto a percepire l'indennità di fine mandato è prescritto dalla legge 265/99.  Va corrisposta all'atto della cessazione del mandato del sindaco senza alcuna richiesta da parte dell'interessato. L’entità della suddetta indennità è pari a una mensilità per ogni anno di mandato, proporzionalmente ridotta per i periodi inferiori l’anno. Gli assessori e i consiglieri non prendono nessuna buonuscita e non centrano assolutamente nulla!". Immancabile la risposta di 'perplesso': "Legge 265/99 Art. 23. (Indennita'). 1. Il decreto di cui al comma 9 del presente articolo determina una indennita' di funzione, nei limiti fissati dal presente articolo, per il sindaco, il presidente della provincia, il sindaco metropolitano, il presidente della comunita' montana, i presidenti dei consigli circoscrizionali, i presidenti dei consigli comunali e provinciali, nonche' i componenti degli organi esecutivi dei comuni (alias assessori)...... Gli assessori ci costano come indennità di fine mandato esattamente uno stipendio al mese (come tu dici)". Quindi 'Confusione' ha replicato: "Continuo a essere molto dubbioso rispetto all'interpretazione che perplesso legge. MINISTERO DELL'INTERNO DECRETO 4 aprile 2000, n.119 Regolamento recante norme per la determinazione della misura dell'indennità' di funzione e dei gettoni di presenza per gli amministratori locali, a norma dell'articolo 23 della legge 3 agosto 1999, n. 265. Art. 10. 1. A fine mandato, l'indennita' dei sindaci e dei presidenti di provincia è integrata con una somma pari ad una indennita' mensile spettante per 12 mesi di mandato, proporzionalmente ridotto per periodi inferiori all'anno. In sostanza, l’indennità di fine mandato spetta solo ed esclusivamente al Sindaco.[...]".

Non siamo a conoscenza di chi si celi dietro questi pseudonimi, ma ci siamo interessati alla vicenda e abbiamo voluto appunto indagare e riprendere quella determinazione del Responsabile del servizio, n. 254 del 10 maggio 2012. Come si legge dalla stessa, l'indennità spetta solo "al Sindaco con una somma pari ad una indennità mensile spettante per 12 mesi di mandato e [...] determinata in 442.72€ al lordo". Tale impegno di spesa rientra nell'Indennità di carica amministratori dl bilancio che si sta redigendo. Pertanto spetta solo al Sindaco uscente Gigantelli la somma totale di 4950.19 €, quale indennità di fine mandato. Tutti gli altri amministratori uscenti non godranno di alcuna indennità di liquidazione. 

Commenti  

 
paolop
#4 paolop 2012-07-14 11:06
si poteva spingere l'ex Sindaco a devolverli in qualche fondo benefico o per i bisognosi...
Citazione
 
 
INDIGNATO
#3 INDIGNATO 2012-07-12 10:30
Xcucciolomammolo da come scrivi si capisce apertamente che sei o sei stato immischiato in politica,sono soldi miei e di tutti i contribuenti ed esigo spiegazioni su come vengono sperperati è un diritto sapere.
Citazione
 
 
cucciolo
#2 cucciolo 2012-07-11 18:45
Quanta confusione, con la scusa dela trasparenza e della democrazia ognuno si arroga il diritto di blaterare con commenti inappropriati; come sarebbe bello se ognuno si limitasse a fare ..il mestiere .. che gli compete e che sa far meglio.
Citazione
 
 
assurdo
#1 assurdo 2012-07-11 17:36
E paghiamo anche 5000 euro a Gigantelli? Anzichè addebitare tutti gli errori fatti e i danni creati con la sua giunta, gli diamo 5000? Sono sconcertato!
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI