Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

“Non abbandonarlo” … l’appello di ‘Quelli che .. il cane’

abbandono animali 4 - Copia

abbandono animali 4Un po' tutti ci siamo accorti dell'arrivo di "Scipione", "Caronte", "Lucifero" o “Minosse” che hanno aperto l’estate 2012 e reso difficoltoso il regolare svolgimento delle azioni quotidiane. E tra un refrigerio da condizionatore e una programmazione per le vacanze estive, qualcuno ha fortunatamente pensato anche ai nostri amici domestici. A ricordarci di loro, i volontari dell’associazione “Quelli che … il cane” che hanno tappezzato la nostra cittadina di manifesti e slogan contro l'abbandono degli animali a quattro zampe.

Una campagna di sensibilizzazione che si ripete di anno in anno, nella speranza che sempre meno famiglie si lascino trascinare dal disumano gesto di abbandonare sul ciglio della strada, nel cassonetto, legato ad un albero o un cancello, i piccoli amici, spesso cuccioli, che li hanno accompagnati fino a quel momento nel percorso familiare.

Difenderli e aver cura di loro, ricambiare l’affetto e le attenzione che giornalmente rivolgono è alla base dei tanti messaggi lanciati in questo periodo per rallentare e, si spera, cancellare il gesto bestiale di chi abbandona i propri amici. Purtroppo, ogni anno, nonostante i continui appelli, tali fenomeni non accennano a diminuire ed anzi aumentano soprattutto con la stagione delle partenze. Sono gli stessi appelli dei volontari del Canile di Turi a dimostrarci come quotidianamente si registrano ritrovamento di cani anche lungo le nostre strade.

Appelli di adozioni, richieste di aiuti per poterli sfamare, preghiere per non abbandonarli si susseguono anche attraverso i social network dove ogni giorno i volontari postano fotografie di cani rifiutati dalle loro famiglie ed in cerca di una nuova casa nella speranza che un giorno ognuno di loro possa incontrare qualcuno che, semplicemente guardandoli negli occhi, possa fargli capire che ha finalmente incrociato la strada di un umano che gli regalerà e gli ricambierà la sua amicizia e la sua vita. 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI