Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Ciliegie: al via la raccolta 2012

raccolta-ciliegio-1

Abbiamo superato la prima metà del mese di maggio e a Turi, come ogni anno, è iniziata la campagna cerasicola. Sin dalle prime ore del mattino, chi direttamente all'alba, chi dopo una breve sosta al bar, i turesi si recano armati di scale, secchi e casse nelle campagne limitrofe dove iniziare la raccolta quotidiana dell'oro rosso turese. Rispetto agli scorsi anni, le basse temperature che hanno accompagnato il nostro territorio sino al mese di aprile hanno rallentato la maturazione del prodotto presto ravvivato e coloratosi nelle prime giornate di maggio con un'impennata delle temperature e del clima quasi estivo, presto rotto dal calo improvviso delle stesse e dall'arrivo del forte vento. 

Ma se la scorsa settimana si potevano contare le autovetture pronte a scaricare il raccolto, questa settimana, dinanzi alle aziende si notano le prime code.

"I prezzi sono però troppo bassi" - commentano già i produttori turesi impegnati nella vendita delle prime Bigareaux, mostrando come nel giro di pochi giorni si sia passati dalle 5 euro alle 2 euro al chilo. Un prezzo che come sempre fa discutere, soprattutto se rapportato al costo delle stesse nei supermercati e nelle GDO.

Circa la qualità? Molti agricoltori commentano positivamente la qualità dell'annata 2012, inferiore nella quantità ma sicuramente buona. "Rispetto agli anni scorsi, possiamo dire che ci sono molte meno ciliegie, soprattutto la qualità Ferrovia, quasi assente in alcune zone del paese".  Ci raccontano alcuni produttori che impugnando una parte dei loro prodotti invece, dichiarano la buona qualità delle ciliegie attualmente raccolte. "Ci sono meno scarti rispetto agli anni passati. Certo, alcune sono mangiate dai volatili, alcune altre s'incontrano gemellate, ma in sostanza il prodotto è buono".

Rammaricati però sono molti produttori che evidenziano come sarà difficile, quest'anno, avere la tanto amata Ferrovia a causa del cattivo tempo che ha imperversato a lungo sul nostro territorio ed ha impedito la nascita del prodotto. 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI