Lunedì 10 Dicembre 2018
   
Text Size

Trasferimenti Stato-Comuni: a Turi arriveranno 546mila euro in meno.

 MinistInt 21092010_COM_01Brgb

Lo Stato trasferirà meno soldi nelle casse del Comune di Turi per il 2012 per un ammontare di 546.522,77 euro.

La cifra è stata resa nota dal Ministero dell’Interno sulla base del Decreto 78/2010 che ha ridotto progressivamente le risorse per Comuni e Province. Con riferimento alle riduzioni previste dall’ex decreto 78/2010 (Decreto Legge recante misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica - http://www.finanze.gov.it/export/download/novita2010/dl_20100531.pdf) per i comuni italiani superiori ai 5000 abitanti, sono stati definiti i tagli previsti dal Ministero dell'Interno per l’anno 2012, oltre a quelli praticati nel 2011, per Turi e per tutti i comuni della provincia di Bari.

Dai dati esposti per il comune di Turi, per l’anno 2012, si rileva un incremento della riduzione nei trasferimenti di 546.522,77 euro, pari al 71.33% in più rispetto al 2011. Non si tratta ancora di cifre ufficiali poiché manca la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale ma la certezza è del 99% vista la fonte e dunque possono essere considerati dati attendibilissimi con cui i Comuni, alle prese con i Bilanci di Previsione da chiudere entro il prossimo 30 giugno, stanno già lavorando.

Una brutta tegola, dunque, per i conti degli enti locali che dovranno trovare risorse sostitutive se vorranno garantire ai cittadini i medesimi servizi ma più probabilmente si procederà a drastici tagli nella spesa pubblica, con immaginabili conseguenze.

I tagli non risparmiano nessun Comune e sono proporzionali alle dimensioni degli stessi: si va dai 22 milioni e mezzo di euro tagliati a Bari ai 298mila di Toritto (tra i Comuni più piccoli della provincia barese) passando per Noci con - 660.887,33€, Gioia del Colle -1.140.009 €, Acquaviva -951.731 €, Polignano a Mare - 706.258,45€, Putignano - 1.038.927,65€ o  Rutigliano - 653.452,93€.

Tutti i dati 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI