Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

I soci dell’Ortofrutticola dicono sì alla calibratrice

ortofr.12

Domenica 15 aprile si è tenuta l’Assemblea di primavera presso la cooperativa l’Ortofrutticola di via Sammichele.  Il primo punto all’ordine del giorno: l’approvazione del bilancio dell’anno precedente. C’erano tantissimi soci. Il presidente della Cooperativa, Franco Colaprico, prima dell’inizio dei lavori, ha consegnato una targa-ricordo alla moglie di Biagio Di Lauro ragioniere presso l’Ortofrutticola da… sempre, deceduto l’anno scorso. Si è passati quindi all’approvazione del bilancio del 2011. “Il bilancio vede 6 mila euro di passivo- ci dice il presidente Colaprico - a  causa di spese non previste di gestione.” E continua, passando al secondo punto all’ordine del giorno: “Stiamo decidendo di comprare la ‘famosa’ calibratrice che ci può far fare il salto di qualità. Senza calibratrice non si va avanti. I soci presenti, tranne due, sono stati tutti d’accordo. Solo che io, non fidandomi delle decisioni prese per alzata di mano,  entro 15 giorni mi devono sottoscrivere l’adesione ufficiale alla spesa. Se la maggioranza sarà per il sì, vorrà dire che faremo il grande passo. Il tutto viene a  costare circa 450mila euro. Metà di questi soldi li mette la Regione Puglia, per l’altra metà faremo un mutuo. Ci sarà un aumento di capitale e, da 25 euro all’anno per socio faremo pagare 250 euro per ognuno. I presenti sono stati d’accordo. Ora manderemo una lettera agli assenti dicendo loro che se vogliono dare la disponibilità all’acquisto della calibratrice devono versare questa cifra. Chi non paga deve uscire dalla cooperativa anche se potrà  conferire il prodotto. Comunque l’aumento di capitale sarà deciso a maggioranza  in una assemblea straordinaria che si terrà prossimamente. Mi preme dire una cosa molto importante: ci sono 75 soci della cooperativa che conferiscono meno dei 5  quintali di prodotto indispensabili per poter  continuare a rimanere  come soci. Questi 75 devono prendere atto della loro situazione  e uscire dalla cooperativa.”

Presidente, che annata di ciliegie si prospetta? “Riguardo alle ‘bigarò’, ci sarà un buon prodotto sia come quantità sia come qualità, anche se c’è qualche gemellata. Le ‘ferrovie’ non si riesce ancora a leggerle.”

Sono stati fatti molti trattamenti anche quest’anno per favorire l’anticipo? “Il cattivo tempo ci ha dato una mano a non fare tanti pasticci con i vari prodotti per ottenere il famigerato “anticipo”. Penso che quest’anno il Dormex non sia stato usato per niente.”

Crede che la crisi economica che stiamo attraversando possa incidere sulla diminuzione dei prezzi delle nostre ciliegie? “Credo possa incidere… Vedremo.”

Commenti  

 
c.s.
#7 c.s. 2012-04-27 21:22
vi mangiate i prodotti ortofrutticoli di dubbia provenienza,dove nn ci sono controlli, e fate storie sul dormex????????
Citazione
 
 
B.Elefante
#6 B.Elefante 2012-04-27 17:36
Non sono stato presente all'assemblea, per vari impegni.
Senza polemica veso l'amico Franco Colaprico(non è sua la malafarina, chi fa parte di pozzi artesiani lo sa...)
1)La cooperativa per statuto deve acquisire tutta la produzione del socio, e se anzichè farlo fa mandar via il socio dal commerciante a cui ha di fatto appaltato l'attività, non può contestare al socio alcun mancato conferimento.
Quindi non è il socio a dover prendere atto ed andarsene, ma casomai gli amministratori!
2)L'assemblea che decide l'aumento di capitale lo fa per quella volta, e non per istituire una sorta di tassa d'iscrizione annuale alla cooperativa.
3)Se la parte di spesa non coperta dalla regione viene coperta dal mutuo non serve aumento di capitale, a meno che non lo si voglia usare a garanzia liquida del mutuo. Il che è errato perchè provocherà contrasti con chi non ha fiducia o non se la sente.
La gente non può essere obbligata a pagare,e con uso di mistificatori aumenti di capitale.
A garantire il mutuo sono sufficienti le firme degli amministratori o in aggiunta di quelli che aderiranno all'iniziativa, con diritto di precedenza nell'uso della calibratrice.
Lo statuto prevede iniziative gestite da parte soltanto dei soci, in modo da non addossare a tutti gi oneri.
Citazione
 
 
Sofia junior
#5 Sofia junior 2012-04-27 08:56
circola "voce di popolo" x cui il Dormex dal prossimo anno sarà legalizzato, ma và!!!
Citazione
 
 
gino
#4 gino 2012-04-26 13:40
Caro presidente come mai non si chiede perche' ci siano ben75 soci che non conferiscono ciliege o minimi quantitativi!?Sara' forse perche' la cooperativa non sia proprio cooperativa?!
Citazione
 
 
luna
#3 luna 2012-04-26 11:22
:eek: :eek:
Citazione
 
 
nelli
#2 nelli 2012-04-26 11:20
è SBALORDITIVO dire che quest'anno non si è fatto uso di DORMEX...la gente andava di notte ha fare questi trattamenti basta girare adesso per le nostre campagne per vedere come è stato usato questo prodotto ....ci sono già ciliege molto avanti per una crescita normale....è il periodo giusto che dovrebbero fare i controlli la differenza si vede ad occhio nudo....
Citazione
 
 
tecnico
#1 tecnico 2012-04-25 18:37
Quanto verrà a costare la manutenzione ordinaria e straordinaria ai soci appena scaduta la garanzia?
Non sarebbe il caso di far inserire nel contratto di acquisto della calibratrice un contratto di manutenzione di almeno dieci anni con penali per il venditore in caso di mancato pronto intervento al fine di evitare che la stessa venga a mancare quando serve?
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI