Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

"Un patrimonio come risorsa"

 01-dimora rossi_1311613034

Dopo aver ascoltato la voce di Stefano De Carolis, l’architetto Gregorio Topputi e alcuni residenti del centro storico, proseguiamo questa settimana con il nostro approfondimento incontrando l'imprenditore turese Vito Rossi, che ha deciso di puntare la sua attività proprio nel borgo turese con un B&B, una casa vacanze e, a breve, una trattoria.

Per quale ragione ha deciso di investire nel centro storico di Turi?

IMG 20120322_083557Per molte ragioni. Fra le tante, chiaramente, oltre alla voglia di fare impresa, anche la convinzione che, con utili iniziative, si può concorrere ad un effettivo sviluppo di tipo turistico per Turi. Certo, rimane una scommessa, ma bisogna crederci e puntare sul nostro comune futuro.

Spesso sono i privati cittadini a "far manutenzione" in un centro storico decadente. Non ci sono alternative? Cosa ne pensa.

I privati cittadini possono fare quello che è nelle loro possibilità, molto invece ci si attende da chi è chiamato a governarci. Non ci si deve mai stancare di ricordarlo, il nostro centro storico richiede attenzione ed investimenti sia pubblici che privati. La sua valorizzazione, sono convinto, può rappresentare una grande opportunità. Si è tutti concordi nell’affermare che i centri storici sono una grande risorsa e a Turi, in particolare, questa forse è una fra le poche. La sua riscoperta, può dare un grande aiuto ad una economia che, anche da noi, segna il passo.

La politica e il centro storico. Cosa è stato fatto e cosa dovrebbe fare la prossima amministrazione?

A chi intende governarci non può che, al proposito, essere richiesto di investire fortemente sul recupero del patrimonio edilizio e sulla riqualificazione urbanistica. Sin qui tanto si è costruito, ma tanto rischia di restare in abbandono. Il nostro comune patrimonio va valorizzato in modo che, in futuro, esso rappresenti per tutti una risorsa e non un aggravio di costi.

Ci sono realtà locali, come Noci, che hanno costruito la propria immagine e la propria economia rivalutando fortemente il centro storico. A Turi ci sono le condizioni per questo?

Io credo proprio di sì. Bisogna e serve crederci. Tutti quanti insieme. Dobbiamo farlo anche per realizzare un’opportunità che ci porti a poter rivivere le strade, le piazze e i luoghi della comune memoria. Per aver modo, anche, di dar prova nei fatti, a chi vorrà visitare i nostri luoghi e magari comprare i nostri prodotti, quale è l’amore che abbiamo per il nostro paese.

Commenti  

 
paolop
#5 paolop 2012-04-05 15:23
però se riaprissero la case chiuse...sarebbe una bella proospettiva
Citazione
 
 
Ruby
#4 Ruby 2012-04-05 12:37
Questo signore,per investire dei soldini in questo modo vuol dire che ha vinto l'enalotto,oppure l'ha ereditato dallo zio Tom americano.Il centro storico di Turi..............ma mi faccia il piacere,tutto vuoto a perdere.
Citazione
 
 
Evviva
#3 Evviva 2012-04-05 09:12
Finalmente hanno abrogato le legge Merlin.......riaprono le case chiuse....
Citazione
 
 
cippi
#2 cippi 2012-04-04 15:25
Investire i soldi di chi?...... :sad:
Citazione
 
 
Grazie
#1 Grazie 2012-04-04 13:26
Volete pubblicare "tutti" i commenti per favore?
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI