Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Francesco: mi sbattezzo per rispetto!

 Battesimo1

 

In un paese, è risaputo, le notizie corrono in fretta. E capita di venire a sapere che “Francesco si è sbattezzato”. Ma cosa vuol dire sbattezzarsi? Per qualcuno si tratta soltanto di una parola ascoltata in tv. Sbattezzarsi vuol dire chiedere ufficialmente di non essere più considerati cattolici. Si tratta di una iniziativa che nasce negli anni 80 dall’Unione degli atei e degli agnostici razionalisti. Nel 1999 il Garante per la protezione dei dati personali ha precisato che annullare il battesimo è impossibile, in quanto non si può cancellare un atto avvenuto. Lo sbattezzo diviene così un modo per sottolineare ufficialmente che non si è più parte della chiesa cattolica.
Francesco racconta di una decisione maturata nel tempo, nonostante la sua giovane età. Non si ritiene ateo, ma agnostico. “Chi può dirlo, poi, se Dio esiste o non esiste?”
La più banale delle domande che si possano fargli è…


Perché?
“Per coerenza. Non mi definisco cristiano, per cui non vedo la necessità di far parte della chiesa. E per rispetto. I cristiani hanno a cuore i sacramenti: battesimo, eucarestia e cresima. Io li ho ricevuti, ma, non credendo nell’esistenza di Dio, per me non hanno valore. Quindi, con il tempo, ho maturato questa decisione.”

Tu sei il primo turese ad aver chiesto di sbattezzarsi. Ma senza dubbio non sei il primo a sentirsi fuori dalla chiesa. Era necessario chiedere che questa tua decisione venisse “certificata”?
“Le persone fanno scelte diverse, magari perché danno poca importanza alle cose, alle altre persone, ai sacramenti stessi. Molti mi hanno chiesto: ‘Perché fai questo? Tanto avere o no i sacramenti non fa differenza.’ Ma invece per me è importante. Anni fa mi consideravo ateo. Ora non più. Ma al tempo stesso non credo in Dio e non mi piace la Chiesa come istituzione, anche se non sono contro la religione in generale.”

Ti sei confrontato con chi ti ha fatto da padrino il giorno del battesimo? Cosa ti ha detto?
“Non sa nulla.”

E i tuoi genitori cosa ne pensano?
“Mia madre non è stata contenta. Mio padre non ha detto nulla, ma immagino non sia contento nemmeno lui.”

I tuoi genitori ti hanno chiamato Francesco, con il nome di un grande Santo della storia della chiesa. Cambieresti nome?
“No. Francesco resta il mio nome. So che San Francesco ha fatto grandi cose, e non rinnego di avere il suo nome. Ma tutti possono fare buone azioni, anche coloro che non credono in Dio.”

Prima di arrivare a questa decisione, ne hai parlato con un sacerdote?
“No, perché è una scelta mia soltanto, non riguarda la chiesa. Un ecclesiastico cosa avrebbe potuto dirmi? Ognuno tira l’acqua al suo mulino. Per prassi, una volta inviata la raccomandata al parroco della chiesa in cui sono stato battezzato, giunge una risposta in cui mi si chiede se voglio incontrare il Vescovo, per un colloquio informale.”

Incontrerai il Vescovo?
Assolutamente no.

Commenti  

 
OSPITE
#16 OSPITE 2013-08-27 10:36
Credo che l'autore dell'articolo abbia poca conoscenza del credo cristiano ed ha la presunzione di aver capito a tal punto che questo banale e confuso suo sapere, lo erge come ragione assoluta.

Ora devo andare ma ti garantisco che riprendero il mio concetto,non per convincerti ma semplicemente per farci una chiacchierata e confronto......solo una domanda...ti hanno mai insegnato che cos'e' la fede ?
A presto
Citazione
 
 
nadia
#15 nadia 2012-04-08 12:16
comunque la decisione di questo ragazzo va rispettata perchè ha espresso le sue ragioni, in maniera molto chiara, e soprattutto senza offendere i credenti (una cosa che io odio), da cattolica io gli dico se è veramente quello che vuoi hai fatto bene, certo io non lo farei mai anzi ho scelto di battezzare i miei bimbi e sono contenta così, e proprio per quel rispetto di cui parla francesco, non mi permetterei mai di offendere chi la pensa diversamente da me (e così mi auguro dal prossimo). Buona Pasqua a tutti....
Citazione
 
 
frengo
#14 frengo 2012-04-02 19:57
non voglio ne ridicolizzarla e ne tantomeno mi sento offeso.ma ciò che dice non è molto coerente:"non mi confronto con un sacerdote perchè sono fiero delle mie idee e perchè non ho tempo da perdere con loro"."e lei pensa che io non mi sia mai confrontato con voi cristiani? dico solo che lo faccio ancora".inoltre credo che la bontà di una persona è a prescindere dal credo di ognuno.
in bocca al per il tuo futuro.spero possa trovare la felicità qualsiasi strada sceglierai.
Citazione
 
 
Pina
#13 Pina 2012-04-02 18:06
Da cristiana mi sento di dire a Francesco: GRAZIE! Così non fai che confermare la fede di molti cristiani.
Poi non volendo avere un colloquio con il vescovo o altri sacerdoti, mostri di nn avere una tua chiara idea su quello che fai.
Citazione
 
 
sbattezzato
#12 sbattezzato 2012-04-01 20:13
a frengo: e lei pensa che io non mi sia mai confrontato con voi cristiani? dico solo che lo faccio ancora, ma non sono mai riuscito a trovare più di due cristiani che avessero veramente a cuore il proprio credo e contemporaneamente compissero un'atto di vera bontà. Io, inoltre, sono aperto a tutti i tipi di dibattiti perchè non mi pongo limiti.Ho scelto di imbattermi in una strada ignota, ma con una "conoscenza" maggiore che in una strada facile e poco illuminata...frengo, se a te non fosse interessato nulla non avresti nè commentato e nè tantomeno letto l'articolo, invece si sente offeso per la mia scelta e cerca di ridicolizzarmi per sentirsi in pace con se stesso
Citazione
 
 
frengo
#11 frengo 2012-04-01 09:37
la sua caro sbattezzato non è un opinione ma una cieca obbedienza(alla sua "ragione")
sa le opinioni si fanno confrontandosi e non chiudendosi a riccio e difendendo a spada tratta le proprie idee.
Citazione
 
 
Diosarebbedaccordo
#10 Diosarebbedaccordo 2012-04-01 00:12
@Semplice opinione: La cresima dovrebbe essere una conferma COSCIENTE del proprio credo e se, cm in qst caso, perde di valore, è per proprio per colpa della Chiesa che fissa qst sacramento ad un età in cui "coscienti" e maturi non si è ancora (e qst caso ne è l'esempio lampante)

@gino: È giusto non escludere la possibilità che "un giorno sarai illuminato", ma non accetto la presunzione di dover far coincidere il credo di una persona necessariamente con l'adesione ad una religione, ancor più se ci si sta riferendo alla "nostra" Chiesa, istituzione di uomini, gestita da uomini, e in quanto tale, lontana da Dio e sempre più anacronistica, incoerente e corrotta.
Citazione
 
 
Sbattezzato
#9 Sbattezzato 2012-03-31 23:18
vorrei intervenire anch'io essendo il protagonista dell'intervista rispondendo:

a gino: ora come ora l'unico luce di cui ho bisogno è quella della ragione;
inoltre come posso fare affidamento su un uomo che ripudia la natura stessa(essere
casto è contro natura visto che il vostro signore vi ha fatto in un determinato modo)

a"semplice opinione": quando mi feci cresimare ero poco più di un bambino in una società che "ti contringe" ad essere cristiano come se fosse l'unica e naturale soluzione.
E poi chi fa la cresima per vera fede? quasi nessuno...
non mi confronto con un sacerdote perchè sono fiero delle mie idee e perchè non ho tempo da perdere con loro.

a frengo: l'italia è laica? teoricamente si quindi o si insegnano SERIAMENTE tutte le religioni o nessuna.
a lei comunque chiedo: "meglio un opinione sbagliata che non danneggi nessuno o una cieca obbedienza?"

tralasciando tutto il motivo per cui ho permesso la pubblicazione di tale intervista è la nascita di un dibattito.
Alla fine, come affermo dell'intervista, è una scelta personale, non mi interessa coinvolgere nessun altro e, difficilmente, riuscirete
a farmi cambiare idea
Citazione
 
 
frengo
#8 frengo 2012-03-31 12:38
apparte che a noi di francesco che si sbattezza nn c'è ne può fregar di meno.sig. cerquini lei mi sembra un po presuntuosetto nell'affermare ciò che crede.io la penso diversamente da le per me la religione va insegnata nelle scuole(ovviamente senza obbligare nessuno) perchè fa parte del nostro retaggio culturale come popolo.
inoltre per poter giudicare una religione dovrebbe conoscerla a fondo non solo come teoria,sa capirà ke ascoltando i due insegnamenti di Gesù(che lo si voglia considerare Messia,Profeta o saggio)la vita non è sofferenza ma diventa Felicità
Citazione
 
 
un altro Francesco
#7 un altro Francesco 2012-03-28 18:25
Don Gino, con tutto il rispetto la Chiesa è un'istituzione che farebbe bene ad auto purificarsi un po...con quel che si sente.
Citazione
 
 
cerquini@tiscali.it
#6 cerquini@tiscali.it 2012-03-28 18:22
Il senso della vita.

Pochi fortunati esseri umani possono dare un senso alla vita. La stragrande maggioranza, invece, non ha la possibilità o la voglia di pensarci perché colpita da innumerevoli sofferenze, causate dalla natura o dagli uomini stessi. Molto frequentemente la sofferenza colpisce anche quei pochi che un senso alla vita l' avevano già dato.

La SOFFERENZA imperversa su tutto!

Spontanea questa considerazione:

La divina commedia.
Immaginare, ipotizzare, pensare, credere, che possa esistere un essere tanto malefico, malvagio, tragico, che, oltre a tutte le altre malefatte ( infinite sofferenze per gli esseri viventi, umani ed animali ) abbia creato anche la tortura eterna, è una idiozia colossale.
Dante che l’ ha scritta e Benigni che la decanta, sono due inconsapevoli terroristi idioti. ( iddioti e credini, detto alla maniera di Odifreddi )
Purtroppo anche alcune persone geniali, essendo inculcati di religione sin dall’infanzia, non si rendono conto delle stupidaggini che gli hanno propinato.
La scuola deve essere assolutamente liberata da insegnamenti religiosi. Ai nostri figli si deve insegnare l’ uso della ragione, e tanto, tantissimo allenamento al tale uso. Oltre, ovviamente, all' apprendimento della storia delle religioni e dell' ateismo. Amen.



sites.google.com/site/cerquinigiuseppe/home
Citazione
 
 
Papà di jimme
#5 Papà di jimme 2012-03-28 15:25
Ma con tutti i problemi che ci sono la gente pensa a queste fesserie..... ah già ormai essere atei e diventata una moda, ma pensate a cose + serie x favore.
sempre con rispetto parlando
saluti
Citazione
 
 
Una verita
#4 Una verita 2012-03-28 15:07
In non capisco il ragionamento di qualcuno, se esiste Dio, io penso che gli importi poco se sei battezzato o meno, ma gli importa seguire il suo insegnamento. Essere credente non significa necessariamente essere cattolico, cristiano, o di qualsiasi altre religione.
Citazione
 
 
Semplice opinione
#3 Semplice opinione 2012-03-28 08:31
Visto che hai tutto questo rispetto per i sacramenti, come mai hai deciso di fare la cresima se non credi in Dio? Con la cresima confermi la tua fede..... ora torni sui tuoi passi e credi che sia una questione di rispetto. Forse dovevi riflettere un po' di più prima. Se si prende una decisione con leggerezza poi si deve avere il coraggio e la coerenza di portarla avanti. Poi non capisco come mai se sei così convinto, hai tutti queti problemi a confrontarti con un sacerdote. Forse hai paura di scoprire che in fondo sai che Dio esiste, ma non vuoi accettarlo.......
Citazione
 
 
gino
#2 gino 2012-03-27 20:35
La Chiesa e' una istituzione seria:cercate di non scherzarci sopra...spero solo che Dio ti illumini e ti faccia comprendere che anche tu,caro francesco,fai parte del disegno divino...ognuno di noi e' importante come una piccola goccia d'acqua necessaria affinche' esista un oceano..allo stesso modo tu sei necessario a DIO ed anche se ora non credi alla sua esistenza,un giorno sarai illuminato...credo solo che tu debba avvicinarti ad un parroco e lui non tirera' l'acqua al suo mulino come dici bensi' ti aiutera' a capire l'essenza dell'esistenza di ognuno di noi...il parroco non ha bisogno di te a titolo di lucro perche' comunque esisterebbe anche senza di te;egli puo' aiutarti semplicemente....oggi giorno molti si allontanano da DIO senza sapere che EGLI e' accanto ad ognuno di noi...riflettici sopra francesco..un abbraccio!
Citazione
 
 
un altro Francesco
#1 un altro Francesco 2012-03-27 17:55
Non sapevo fosse così facile sbattezzarsi...quasi quasi ci faccio un pensierino.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI