Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Il Progetto COMENIUS passa da Turi

 comenius

 

Turi - La Scuola Primaria 2° C.D. “A. DE GASPERI” di Noicattaro, diretta dal Dirigente Scolastico Dott.ssa Domenica Camposeo, per la quarta volta ospita rappresentanti di scuole Europee.
L’iniziativa, in atto da parecchi anni rientra nel Progetto Europeo COMENIUS e si svolgerà dal 29 al 31 marzo 2012 a Noicattaro.
Al meeting parteciperanno Scuole provenienti da Inghilterra, Francia, Germania, Grecia, Svezia , Polonia e Ungheria.
I Dirigenti ed i docenti saranno ospiti presso le location di Turi B&B “Valentini”, “Dimora Rossi” e “Dolce Vita”; al mattino sentiranno l’odore inconfondibile del caffè italiano accompagnato da dolci tipici turesi presso il Bar “Iacovazzi”. A pranzo degusteranno i nostri piatti tipici presso i ristoranti locali “Mariani” e “Il setaccio”.
La referente del Progetto, insegnante Rubina D’Addabbo, ospite della redazione, ci spiega che grazie all’utilizzo delle TIC e della Lingua Inglese, questo Progetto vede lavorare e collaborare insieme alunni, docenti e Dirigenti.
Il Progetto, realizzato con fondi europei, dal titolo “Tchou – tchou the european train”, iniziato due anni fa ha come tema: Il territorio e le sue tradizioni.
Il COMENIUS è un importante e ambito progetto che si avvale di una serie di partenariati internazionali che stabiliscono di lavorare insieme per raggiungere obiettivi comuni a vantaggio della comunità scolastica. Infatti attraverso una minuziosa programmazione di attività didattiche il progetto mira ad una interazione culturale e sociale che possa prevenire ogni forma di discriminazione ed emarginazione. Gli alunni, in prima persona, insieme con i docenti ed i genitori vengono coinvolti in una serie di attività didattiche che sono parte integrante della programmazione didattica annuale del Circolo Didattico “A. De Gasperi”.
Si “ode nell’aria la festa”
Alla Scuola “A. De Gasperi” è tutto pronto per ospitare la tre giorni europea.
I partner europei, oltre all’opportunità di conoscere i monumenti più famosi del nostro territorio, la sera, dopo le orecchiette e i “tronér”, passeggeranno nel centro storico di Turi e ammireranno la “chiesetta”, “l’orologio” e le altre nostre bellezze. La lodevole iniziativa della Dirigente Scolastica apre le porte turistiche di Turi all’Europa e chissà se un giorno i graditi ospiti ritorneranno per un approfondimento culturale e gastronomico del nostro territorio.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI