Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Il Partito Democratico per la messa in sicurezza della Statale 172

pd172

Ha partecipato anche il segretario del PD di Turi, Pietro Risplendente all'incontro promosso dal circolo putignanese lo scorso 24 febbraio, con un dibattito sull’adeguamento e l’ammodernamento delle strade statali 100 e 172, teatro di numerosi incidenti stradali mortali. Un incontro, voluto fortemente dal segretario del Pd di Putignano, per dare un segnale alla collettività, a seguito dell’interpellanza sulla Strada Statale 172, rivolta al ministro Passera, e presentata dai parlamentari Vico Ludovico (Pd), Distaso Antonio (PdL) e Ginefra Dario (Pd).

Sono intervenuti i consiglieri regionali del Partito Democratico Antonio Decaro (capogruppo) e Mario Loizzo, il parlamentare del PD Dario Ginefra e il sindaco di Putignano, avv. Gianvincenzo Angelini De Miccolis. A fare gli onori di casa, il segretario locale Stefano Maggipinto e i segretari cittadini dei paesi limitrofi.

Il consigliere Decaro ha fatto il punto della situazione sulle due principali arterie stradali del Sud-Est Barese: “L’aspetto progettuale per la messa in sicurezza della strada statale 172 è molto avanzato, anche se non ci sono ancora fondi a disposizione. In territori di pregio turistico, come il nostro, l’iter delle autorizzazioni è molto più lungo e complesso a causa dei vincoli paesaggistici e archeologici (muretti a secco) – spiega il consigliere Decaro che annuncia la conclusione dell’iter autorizzativo per il tratto Casamassima-Putignano”.

Il tratto Casamassima-Putignano sarà una strada a due corsie ampie con banchine e barriere laterali e con la realizzazione di complanari. Nella progettazione preliminare del suddetto tratto non è stata inclusa la variante di Turi (strada provinciale), ma è intenzione dell’Anas inglobarla alla statale nella progettazione definitiva.

Per i fondi, Antonio Decaro annuncia che si sta vagliando, con il capo-compartimento dell’Anas, la fattibilità di un finanziamento per il tratto tra Casamassima e Putignano. “I 50milioni di euro necessari – rivela Decaro - potrebbero essere recuperati da risparmi derivanti da importanti opere pubbliche che hanno subito una consistente decurtazione di costi, in modo particolare si tratta della statale per Orimini, della variante di Martina Franca e di progetti, previsti dalla Regione Puglia, che non potranno essere appaltate entro l’anno prossimo. Un recupero di risorse che ci permetterà di raggiungere i 50milioni necessari per appaltare l’opera”.

“Intanto, l’Anas ha avviato la progettazione definitiva – rivela Decaro – Per cui, se il Ministero metterà a disposizione del Cipe i 50 milioni necessari, già da marzo si potrà procedere alla pubblicazione dell’appalto “integrato”, con il quale s’individuerà il soggetto che non si occuperà solo della realizzazione dell’opera, ma anche della sua progettazione esecutiva”.

Il secondo tratto Putignano-Alberobello (partendo dal quartiere di San Pietro Piturno, ndr), che include la variante di Putignano, è ancora in fase di progettazione preliminare dall’Anas, la quale ha ottenuto i pareri preliminari dai comuni interessati, tra cui quello di Putignano per il tracciato ideale della circonvallazione. Si tratterà prevalentemente di lavori di ammodernamento in sede, per i quali è stato stimato un costo di circa 70milioni di euro.

Strada Statale 100. Il progetto della statale 100 è stato appaltato ed è stato aggiudicato da un’ATI, con capofila Marcegaglia. I lavori di ammodernamento della statale 100 a quattro corsie con spartitraffico centrale, è suddivisa in quattro lotti: dal km 7 al km 27 (Bari, Triggiano, Capurso, Casamassima e Sammichele) si realizzeranno le barriere di sicurezza laterali metalliche. Dal km 27 al km 33 (agro di Sammichele), oltre alle barriere laterali, sarà realizzato lo spartitraffico centrale, allargate le corsie e le banchine. Nel terzo e quarto tratto (Gioia del Colle), dal km 33 al 42 si prosegue la realizzazione delle barriere laterali, mentre dal km 42 al km 44, oltre alle barriere metalliche, verrà realizzato uno svincolo di collegamento per Gioia del Colle. L’opera è finanziata dal PON con 39milioni di euro, appaltata e sarà realizzata con l’appalto integrato. Il contratto è stato firmato lo scorso 25 gennaio, si è avviata la progettazione definitiva e si presuppone che i lavori inizieranno ad ottobre 2012 e termineranno ad ottobre 2013.

Il sindaco De Miccolis, apprezzando la sensibilità del Pd per aver lanciato questa iniziativa in relazione ad una problematica di tale importanza non solo per Putignano, ricorda di “aver insistito con l’Anas per la realizzazione delle quattro rotatorie, che si stanno realizzando sulla Strada Statale 172, e per la messa in sicurezza della Strada Statale 172, ma siamo rimasti male – rammenta con eufemismo – quando dopo tanto impegno abbiamo scoperto, con un po’ di ritardo, che il finanziamento da 15milioni di euro riguardava la S.S. 172 dir. Sono convinto che continuare l’impegno ci consentirà di raggiungere l’obiettivo!”.

Tonio Coladonato di Vivi la Strada, ricorda al pubblico che dal 2007 ad oggi nel tratto Casamassima-Putignano-Alberobello ci sono stati oltre 30 morti e 300 feriti, si chiede “la S.S. 172 sarà mai messa in sicurezza? E quanto tempo ci vorrà? Siamo stufi di vedere lapidi su questa strada!”

Il parlamentare Dario Ginefra ha spiegato: “l’interpellanza parlamentare ha l’obiettivo di chiedere al governo di assumersi un impegno che si traduca nel finanziamento del Cipe, propedeutico per sbloccare un percorso avviato nel 2007 e interrotto per volontà di governo di forte trazione settentrionale”.

Il percorso per la messa in sicurezza della Strada Statale 172 dei “Trulli”, definita anche “strada della morte”, sembra essere pronto a ripartire! L’auspicio è che non sia solo un’impressione, ma che si riesca finalmente a raggiungere i fatti! 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI