Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Da Turi per "La strada degli antichi vini"

vini piemontesi_002

È pertita un'importante collaborazione dell' Unità di ricerca per l'uva da tavola e la vitivinicoltura in ambiente mediterraneo del CRA di Turi con il progetto "La Strada degli Antichi Vini" presentato a Caggiano (SA) il 29 febbraio.

"Partiamo dalla nostra storia per costruire il nostro futuro", così il sindaco di Caggiano, Giovanni Caggiano, introduce il progetto che punta a valorizzare un'area interna di grande pregio, con l'obiettivo di destagionalizzare i flussi turistici e valorizzare le produzioni tipiche. Come lo stesso ha spiegato durante la presentazione, "non un evento a sé, ma un percorso alla scoperta della storia locale e del patrimonio enogastronomico di un paese con una forte identità. Partendo dal medico greco che curava col vino, Menecrate, si potranno scoprire le molte sfaccettature contemplate dal ricco programma".

"La Strada degli Antichi Vini" si avvarrà di importanti collaborazioni come quelle del vigneto della biodiversità, frutto del lavoro condotto dall'"Unità di ricerca per l'uva da tavola e la vitivinicoltura in ambiente mediterraneo" di Turi (BA), nell'ambito delle attività di recupero e di valorizzazione dei vitigni autoctoni, tenutesi nell'areale di Caggiano, che contiene - al suo interno - circa 140 accessioni, di cui 128 appartenenti a vitigni da vino e 12 a vitigni da tavola, recuperate attraverso l'esplorazione del territorio della Comunità Montana "Tanagro".

"E la ricerca non si è fermata qui, ma ha coinvolto anche il mondo dei formaggi locali e nell'occasione faremo degustare una caciotta lavorata col caglio di carciofo bianco, un'altra eccellenza della zona, già Presidio Slow Food".

L'itinerario "La strada degli antichi vini" è organizzato in sei tappe: La casa di Menecrate; Il vigneto di conservazione della biodiversità; La cantina sperimentale; Laboratorio didattico sull'uva e la vinificazione; Pergolato della biodiversità; La cantina del Castello Normanno del Guiscardo.

Ad ogni tappa sarà presente una guida turistica che racconterà ai visitatori presenti la storia dei siti artistici ed architettonici, nonché la realtà dei nuovi progetti.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI