Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

Laboratori urbani « Bandeàpart »

lab Turi

Sono ai nastri di partenza a Gioia del Colle e a Turi le numerose attività dei laboratori urbani « Bandeàpart », gestiti dal Teatro Kismet OperA nell’ambito del piano « Bollenti Spiriti » della Regione Puglia.

Presso il Chiostro dei Francescani a Turi e nel palazzotto di via Arciprete Gatta, 33 a Gioia del Colle, si alterneranno laboratori teatrali, musicali, per bambini, di scrittura e di fotografia: il tutto grazie alla collaborazione con le associazioni dei territori Murex, MusicaInGioco, Ombre, Liberate Lucignolo, Turisti in tour, Maria Santissima Ausiliatrice e Orpheo (tutte le info su www.motoredellearti.it).

Si comincia a Gioia del Colle mercoledì 22 febbraio con il laboratorio teatrale “Il corpo del testo” curato dall’attrice del Kismet Monica Contini che proporrà un’esperienza di avvicinamento alle tecniche del teatro e dell’attore, per una restituzione scenica consapevole e precisa di un testo (destinatari: giovani tra i 16 e i 35 anni).

Il 27 febbraio invece a Turi inizia il laboratorio di scrittura per la scena curato da Lello Tedeschi, seguito martedì 28 febbraio da quello di fotografia urbana che sarà condotto – a Gioia del Colle – da Cristina Bari. Quest’ultimo ha come scopo l’esercitare lo sguardo e rendere acuta la visione attraverso l’obiettivo fotografico: centro della ricerca sarà catturare la cultura urbana, il mondo “giovane”, non solo anagraficamente.

Sempre a fine febbraio poi si apriranno i tre laboratori curati dall’associazione MusicaInGioco: seguendo il metodo ispirato a “El sistema” del m° Abreu, saranno formate l’orchestra giovanile d’archi con lezioni il martedì a Turi e il venerdì a Gioia del Colle; l’orchestra di fiati con lezioni a Turi il martedì e l’orchestra ritmico sinfonica con lezioni a Gioia del Colle il venerdì.

Le iscrizioni a tutti i laboratori sono aperte e tutte le attività in programma sono gratuite: info su www.motoredellearti.it o all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. e al numero 080/ 3483441 in orari pomeridiani dal lunedì al venerdì.

Obiettivo del progetto “Bandeàpart” è quello di realizzare una officina, sperimentale e innovativa, delle arti e delle culture, uno spazio fisico in cui ospitare e sviluppare progettualità artistiche favorendo incontri, conoscenza e crescita sociale, un luogo di aggregazione e animazione capace di alimentare forme di auto-organizzazione dei giovani.

I giovani di “Bandeapart” non sono solo una fascia d’età, quanto un’attitudine generazionale orientata alla curiosità, alla ricerca, alla socialità.

Il progetto Bandeàpart è parte di un rete di progetti che comprende il MOMArt di Adelfia e il laboratorio urbano di Martina Franca.

“Bandeapart” è Motore delle Arti perché propulsore di idee innovative e condivise che pongono al centro delle proprie azioni la cultura tutta.

Al centro di tutto c’è la rete: la rete come network e condivisione.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI