Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Disertata la mostra di Lorenzo Gassi

Gassi L.4

Turi - Si è conclusa l’8 gennaio, la mostra “Sentieri di luce” a cura dell’artista Lorenzo Gassi.

Data la scarsa partecipazione all’evento da parte della cittadinanza turese, il nostro artista ha cercato di spiegarne i motivi.

Secondo lei, a cosa è dovuto un tale disinteresse?

“Abbiamo avuto un Natale freddo; il clima poco complice, non ha dato la possibilità alla gente di muoversi con facilità cosicché non abituata a fare shopping è rimasta in casa o negli ipermercati, disertando il centro, la piazza.

Ho, quindi, notato poca affluenza. Il corso è sempre stato vuoto.

Per quanto riguarda la mostra sono stati rispettati orari, progetti didattici, input per il rilancio della cultura a Turi.

Ho offerto un’attrazione culturale e formativa senza chiedere nulla al Comune o alla cittadinanza, tutto a mie spese.

La mostra è stata pubblicizzata sui giornali locali e sui siti web.

Non è passata inosservata.

A livello informativo non ci sono state mancanze. C’è stato solo disinteresse da parte dei cittadini turesi. L’ho organizzata togliendo spazio alla famiglia perché mi è stato chiesto di farlo da turesi e non, dopo la premiazione ricevuta a Barletta.

C’era chi voleva vedere le mie opere.

I forestieri sono venuti, i turesi no. Provo una grande delusione. La gente pensa che andare ad una mostra significa necessariamente comprare un quadro. Ciò non è il mio punto di vista. ’Esposizione‘ è per me ‘esporre’, dare un’occasione culturale per osservare uno stile, la pittura.

Ritengo che ciò sia avvenuto anche perché la cultura sta attraversando un periodo critico.

Noi siamo un popolo che ha come principale risorsa l’arte e la cultura. La storia dell’arte ci insegna che tanti artisti famosi sono stati accolti in altri paesi più che nella loro terra, al sud come al centro o al nord.

Con i festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia si sono attivati diversi circuiti istituzionali per far capire l’importanza di questa ricorrenza.

Ho ricevuto anche il ’Premio 150 anni dell’Unità d’Italia’ ritirato presso la sede di Palazzo Barberini a Roma, ma non ho visto interesse per questo a Turi. Eppure mi sono presentato come cittadino di Turi. Turi partecipa a degli eventi solo se c’è la chiesa o il politico di mezzo. Pare che tutto il resto non esista. Le associazioni dovrebbero attivarsi di più per creare eventi.”.

Cosa pensa del presepe vivente? Le associazioni sotto la regia della Pro loco hanno organizzato un evento che ha avuto una ricca affluenza.

“É stata un’iniziativa lodevole e coraggiosa nella sua complessità organizzativa.

Tuttavia penso che anche in questa occasione le varie associazioni abbiamo perso l’occasione di farsi conoscere attraverso un dislocamento itinerante nel centro storico.

Bisognava creare un percorso alternativo per raccogliere fondi, ad esempio, vendendo prodotti tipici, enogastronomici e artigianali; ogni associazione doveva presentarsi e presentare i propri progetti.”

Vuole ringraziare qualcuno?

“Ringrazio il sindaco Gigantelli, l’assessore Cazzetta, gli unici due amministratori del governo turese che si siano presentati alla mostra nonostante io abbia esteso l’invito anche ad altre autorità.

Un personale e dovuto ringraziamento va al signor Andrea Di Pinto che dando la disponibilità dei locali di sua proprietà in via Sedile, mi ha dato la possibilità di realizzare questo evento.”

Commenti  

 
anonymus
#11 anonymus 2012-01-23 10:30
ma è normale che dalle 17 in poi non gira più nessuno. in piazza come in villa c'è un clima di terrore.. sembra di stare in un cimitero!! Ma la vogliamo mettere una *** di luce per cortesia?????!!!!
Citazione
 
 
lorenza
#10 lorenza 2012-01-22 12:32
Le varie ass. avranno tutto il tempo per rifarsi nel far conoscere i loro obbiettivi e progetti.A questo proposito si fa ancora più forte una richiesta della presenza di Gassi nella pro-loco per gestire il tutto in un futuro nel migliore dei modi. Auguri
Citazione
 
 
insegnante scuola
#9 insegnante scuola 2012-01-22 10:33
Lo scorso anno si è svolto un evento alquanto insolito, direi unico nella storia scolastica turese, il Dirigente, Prof. Verni ha permesso che i nostri bambini, tutti, classe per classe visitasse una mostra allestita nei locali plessi direzionali. Questo progetto l’ha svolto il maestro Gassi, il quale non solo ha messo a disposizione le sue opere, "allestimento quant'altro servisse " e per un'intera settimana, rispettando gli orari accesso e uscita dei bambini dalla scuola, ha dato la sua disponibilità per la visita guidata in veste di educatore, il tutto volontariamente essendo il progetto non finanziato, a costo zero per la scuola, quindi un'occasione formativa in più per i nostri alunni.
Abbiamo notato entusiasmo e interesse dei nostri bambini a tal punto che c’è stato da parte nostra il doveroso compito di dare un proseguo, una continuità approfondimento in classe’, attraverso commenti, sensazioni ed emozioni che hanno trasmesso le opere esposte durante il percorso della visita.
Le spiegazioni che dava il maestro Gassi erano di facile comprensione didattica, nonostante le varie fasce di eta' con cui si e' dovuto confrontare ,cosa molto difficile a cui devo dare merito alla sua bravura e preparazione in quello che erano le sue mansioni di artista ed educatore conduttore.
Anche in questo caso, sebbene il manifesto della mostra non limitasse la visione ai soli nostri alunni, ma anche ai genitori, ebbene da parte di questi ultimi c’è stato un totale disinteresse all'evento.
Attualmente un suo quadro è esposto nella sala accoglienza della direzione, il maestro Gassi ha fatto dono alla nostra scuola. ripeto tutto a costo zero.
Condivido l'inserimento di questa bravissima persona, il maestro Gassi, nel Pro Loco, sicuramente il suo contributo sarà un valore aggiunto che porterà nuovi stimoli progettuali all'associazione a beneficio culturale per il nostro paese.
Da parte nostra, Docenti e Operatori tutti, un grazie di cuore maestro Gassi.


www.turiweb.it/cultura/31557-aperta-al-pubblico-la-mostra-di-lorenzo-gassi.html
Citazione
 
 
mha
#8 mha 2012-01-21 09:15
Mi piacerebbe vedere la pro-loòo nelle mani di professionisti come il maestro Gassi, sarebbe sicuramente un successo di arte e colori.Spero vivamente in una sua presenza attiva in questa associazione. Ormai è un plebiscito tutti vogliono il maestro in pro-loco.
Citazione
 
 
penati
#7 penati 2012-01-20 16:57
tra poco daremo una sterzata a sx x questo paese. con la nuova lista di centrosinistra
Citazione
 
 
Ruby
#6 Ruby 2012-01-20 16:12
Hai ragione cittadino, però bisogna pur darla na sterzata a questo benedetto paese,altrimenti saremo annessi alla Calabria.
Citazione
 
 
gustavo
#5 gustavo 2012-01-20 11:08
Forza Lorenzo ti vogliamo in pro-loco.
Citazione
 
 
Mino Miale
#4 Mino Miale 2012-01-19 18:54
Non ritengo peregrina l'idea di "mariella": visto che altre proloco promuovono mostre proprio x per conoscere e far conoscere artisti locali, provaci Lorenzo. L'argomento mi ricorda una prima mostra collettiva organizzata dalla Pro Loco presieduta dal maestro (elementare)Mirizio e fu fantastico per noi studenti d'arte di primo pelo. Sai qual'è il problema? Era il lontano 1972, pensa un pò quante storie di Pro Loco turesi potrebbero raccontare gli amici studenti d'arte (che ora hanno i capelli bianchi) a Bari, Liceo Artistico e Scuola d' Arte. Se poi ti dico che allora L'Accademia più vicina era a Lecce, ho completato il "quadro": non ti avvilire Lorenzo, lavora sul tuo pubblico e vedrai che si crescerà... l'impatto con la cittadinanza locale è fondamentale, credo.
Citazione
 
 
osvaldo
#3 osvaldo 2012-01-19 14:55
ke razza di paese il nostro...qnd parlo con amici di altri paesi spesso loro deridono il nostro TURI e sono sempre costretto a "litigare" x far notare quanto è bello il mio paese...ma dopo questa ennesima figuraccia misa proprio che dalla prossima volta sarò pienamente d'accordo con le idee dei forestieri che criticano turi...VOGLIO ANDAR VIA DI QUA MA NON RESISTO LONTANO DA TE
Citazione
 
 
mariella
#2 mariella 2012-01-19 09:58
Consiglierei al prof. Gassi , visto la sua esperienza e conoscenza della materia, di entrare a far parte della nuova pro-loco turese. Sicuramente la sua presenza sarebbe un valore aggiunto. Complimenti per la mostra.
Citazione
 
 
cittadino
#1 cittadino 2012-01-19 09:46
ho ragione io che è un paese fantasma... dalle 17 in poi si aggirano solo gli spettri... se non mi credete fatevi un giro
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI