Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

Approvazione delle direttive per i controlli sulle dicharazioni

turi municipio

Turi - La prima delibera della Giunta Comunale ha approvato le Direttive per l’espletamento dei controlli sulle dichiarazioni sostitutive di certificazioni o di atti di notorietà presentate a quest’amministrazione comunale. Le amministrazioni sono tenute ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del loro contenuto non soltanto allorché “sussistano ragionevoli dubbi”, ma “anche a campione”. Le Direttive, infatti, definiscono le modalità di esecuzione: il controllo puntuale per ciascuna autocertificazione o a campione sui contenuti delle autocertificazioni allegate ad istanze. L’effettuazione di uno dei due tipi di controllo non esclude l’altro, ma devono essere espletati secondo i principi della tempestività e della trasparenza.

Il controllo deve avere per oggetto i contenuti delle dichiarazioni rese con le autocertificazioni, inoltre, quello puntuale dovrà essere espletato entro un congruo termine dalla data di conclusione del procedimento, mentre quello a campione dovrà essere espletato entro trenta giorni dalla data di conclusione del procedimento concorsuale.

Il responsabile di ciascun settore interessato al procedimento di controllo deve sviluppare ogni atto utile a definire rapporti con altre amministrazioni pubbliche diretti a facilitare le conferme dei dati per il quale si richiede il controllo.

Ai fini della tempestività ed efficacia delle verifiche occorre privilegiare le interrelazioni telematiche (posta elettronica, accessi a banche dati, ecc.) e le comunicazioni e attestazioni semplificate da trasmettere per mezzo di telefax, assicurando la certezza della provenienza dei dati – esito del controllo, estremi dell’ufficio controllante e del responsabile del procedimento e la data.

Nelle ipotesi in cui è evidente che le inesatte dichiarazioni non costituiscono falsità bensì meri errori materiali, il responsabile del procedimento deve invitare l’interessato a rettificare, completare o correggere, mentre il dipendente comunale che ha accertato false dichiarazioni rese con autocertificazioni o attestazioni ha il dovere di attivare il competente ufficio per la sospensione e/o la revoca del provvedimento e di inoltrare una segnalazione alla Procura della Repubblica.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI