Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

“Chi comanda a Turi”?

limmobile in questione

Turi, incastonata tra le civili e  culturali cittàdine di Conversano, Putignano e  Rutigliano e  la  laboriosa e  prosperosa Casamassima, è  una ridente cittadina collinare, famosa per le ciliege ed le  percoche.

Ma è anche famosa nella storia per avere ospitato fra le mura delle sue carceri Antonio Gramsci e Sandro Pertini, culminata poi nel mese di novembre con la visita del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che ci ha onorato e che quel giorno di festa, abbiamo respirato un’aria di democrazia come momento liberatorio. Si! Proprio così; infatti, da qualche anno, la nostra comunità, si è  chiusa nel silenzio e nella totale indifferenza; a  tal punto che ad una certa ora sono tutti chiusi in casa come se vivessimo nelle grandi città, a  parte quella breve parentesi delle feste religiose e  il periodo estivo. Si vedono meno famiglie sedute davanti alla loro porta con i quali chi passava, anche ad una certa ora della notte, si sentiva tranquillo e  poteva scambiare qualche parola con loro nell’attesa che si rinfrescasse l’aria per poter rientrare nelle case meno infuocate.

Quelle case che hanno soffocato di cemento, costruendo indiscriminatamente, grazie alla convivenza della politica che non ha mai approvato un serio piano regolatore per questo comune, facendo perdere la caratteristica di tranquillo paese dedito all’agricoltura. Siamo circondati da palazzi architettonicamente obbrobriosi e molto alti, facendo scomparire il sole che baciava sin dal mattino presto, anche d’inverno, le belle case basse da dove veniva il profumo di pulito o quello del ragù nei giorni di festa. O il pullulare di locali notturni o negozi e a mio avviso, secondo la densità abitativa, tali servizi sono superiori alla richiesta.

Insomma, è diventato un paese strano questo, dove i  cittadini non hanno diritto alla parola anche per rivendicare la loro proprietà come il caso del lotto costruito tra via Marinelli e via Monopoli, dove la ditta costruttrice di quel lotto, dopo essere stata agevolata dai proprietari del lotto confinante nel retro di via Conversano, grazie alla complicità di alcuni politici, hanno approvato un PUG voluto dai “Palazzinari”, incuranti del diritto di proprietà previsto dalla nostra Costituzione.

Siamo al paradosso che anche il Consiglio Comunale, o almeno una sua parte è condizionata dalla criminalità organizzata e i cittadini onesti non sono difesi. Insomma, specie in questi ultimi mesi, si respira per l’appunto un’aria pesante nella nostra comunità, che nemmeno la chiesa ha la forza di ribellarsi, tanto è  vero che la notte di Natale dell’anno appena trascorso, l’Arciprete della Chiesa Madre Don Giovanni Amodio, invece di condannare quei politici che fanno prevalere gli interessi privati a quelli dei cittadini per i quali sono stati eletti, ha lodato il Sindaco e tutta l’Amministrazione per aver governato bene per questi cinque anni. Forse Don Giovanni è troppo spesso lontano da Turi o troppo spesso chiuso in  sacrestia per non conoscere la realtà della nostra comunità.

Io credo che sarebbe bene che il Prefetto di Bari si affacciasse da queste parti per assicurarsi che le istituzioni non siano inquinate e che rassicurasse tutti i  cittadini che sono garantiti dallo Stato e  non siano governati a  Turi dalla criminalità organizzata e dai palazzinari.

Brandonisio Francesco

Commenti  

 
Sofia junior
#8 Sofia junior 2012-01-20 10:01
:P a volte bisogna davvero aver accertato l'avvenuto collegamento tra cervello e lingua prima di s-parlare :P la lettera pubblicata, almeno quella, è firmata: la tua sparata no, ma in realtà manco la mia :P
Citazione
 
 
fuori i nomi
#7 fuori i nomi 2012-01-19 13:28
Bravo bello da leggere però mi chiedo perché non c'è il nome di chi lo ha scritto? :-x
si tratta di un palazzinaro di secondo livello o di un politico emergente? :cry:
Quando si denunciano determinate cose io mi chiedo: Fuori i nomi e cognomi :o
altrimenti tutto ciò che sembra bello da leggere diventa mediocremente Diffamazione
:-*
Citazione
 
 
mafalda
#6 mafalda 2012-01-18 11:10
HA FATTO BENE IL SIGNORE IN QUESTIONE A SFOGARE I SUOI PENSIERI, PERò VORREI SAPERE CONCRETAMENTE LUI COSA FA O FARA' PER TURI? GRAZIE.
Citazione
 
 
Sofia junior
#5 Sofia junior 2012-01-18 09:27
in effetti avolte bisogna dire con sincerità come stanno le cose : Turi è alle pezze. In preda ad un incubo. Non hanno voluto commissariare Giga e ormai aspettiamoci di tutto :zzz
Citazione
 
 
Ruby
#4 Ruby 2012-01-17 22:18
Questo è solo un paese per venire a dormire,o al massimo fare un buon pensionamento.Chi ha palle da qui fugge.Ormai si è perso tempo e soldi,quando al buon governo c'era l'amico di tutti il grande Giulio.Ora è tardi,bisogna solo rimanere a galla,farsi coraggio e nonn scivolare sempre più giù.
Citazione
 
 
INDIGNATO
#3 INDIGNATO 2012-01-17 22:01
Bellissimo articolo denuncia...........per l'intervento del Prefetto spero avvenga al piu presto... cmq la gente onesta ha già fatto in tempi non ancora sospetti le relative denunce,se la magistratura dorme o e corrotta non è colpa dei cittadini.
Citazione
 
 
cittadino
#2 cittadino 2012-01-17 12:14
Turi governata da chi ? Ogni popolazione di solito ha le amministrazioni che si merita, quindi dov'è il problema.... paese diventato fantasma/dormitorio, popolazione fantasma che dorme
Citazione
 
 
G. Maurizio Pinto
#1 G. Maurizio Pinto 2012-01-17 12:12
è la realtà. nè più nè meno, ma del prelato che fa politica durante l'omelia più importante dell'anno è meglio non parlarne...
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI