Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

SOSPESI, L'ARTE MISERA ... IN MOSTRA

cane

“Sospesi”, mostra fotografica sul canile di Turi, nasce dalla mia voglia di mettermi in gioco come fotografo e allo stesso tempo unire le passioni e le lotte di sempre. La fotografia è il racconto di un istante, uno sguardo, un sorriso o una lacrima.  

Ho voluto immortalare per sempre gli sguardi di chi vive “sospeso” fra la vita e la morte, la libertà e la prigionia: un limbo infinito lungo ore, giorni, mesi, anni, una vita.

Il canile di Turi è gestito da volontari che amano i cani; il mio compito si è limitato a ritrarre lo sguardo di chi per natura nasce libero ma per comodità umana viene rinchiuso. In molti canili italiani i cani vivono in condizioni peggiori, ma lì non ti ci fanno entrare.

Quando io e Margherita siamo entrati nel canile di Turi, subito abbiamo incrociato decine di occhietti teneri, alcuni diffidenti (ovvio, entravamo in casa loro!), alcuni facevano a gara per farsi accarezzare, qualcuno scappava un po’ impaurito da noi visitatori. Gaetano e un altro volontario pulivano le gabbie e accudivano con cura tutti (sapeste con quanto affetto abbiamo visto ricambiato il loro lavoro).

Dopo qualche scatto qualcuno ci aveva addirittura preso gusto (che spettacolo di esseri viventi!); abbiamo portato qualcuno a spasso, perché anche se le gabbie sono grandi una passeggiata non fa mai male.

Non riusciamo a capire il motivo di tutte quelle vite lasciate sospese, ma forse dentro di noi sappiamo il perché.

Qual’è la loro colpa? Forse essere meticci anziché di razza, ma la razza è solo un’invenzione umana. Per abitudine o moda, spesso molta gente compra i cani nei negozi. Esige cani di qualità, proprio come se fossero un paio di scarpe; il valore in sé di un qualsiasi essere vivente non può essere esaltato da un prezzo.

I canili italiani sono pieni di animali che passano la loro vita dietro le sbarre, aldilà se il canile è in buone condizioni o no. Sarebbe come se ci gettassero in prigione senza motivo e nessuno ci pagasse l’avvocato.

Adottare un cane in canile fa bene a noi e alla vita che salviamo.

Offriamo loro una “Seconda Possibilità”!

Se adottate un cane dal canile di Turi:

-il cane verrà sterilizzato (sia maschi che femmine) e avrà il microchip obbligatorio per legge;

-riceverai 180 euro l’anno, ovvero 50 centesimi al giorno.

Greg De Iure

Un sentito ringraziamento a:

-Lo staff di Officine Ufo per la collaborazione e il sostegno.

-Gaetano Pirulli che ci ha permesso di visitare il canile e Vittoria, Giulia, Francesco e Vincenzo che collaborano con lui.

-I Musicanti del Paese Azzurro che nella serata inaugurale animeranno la serata.

-Margherita che mi sostiene e mi ha aiutato nell’allestire la mostra sopra citata, oltre a quella di Arte Misera.

Sospesi _18-12-11

Commenti  

 
angelo bini
#4 angelo bini 2011-12-14 19:04
Adesso sì che c'è la locandina. Quando ho inviato il mio commento non c'era. Siccome la cosa mi interessa, vorrei esserci.
Citazione
 
 
Arte Misera
#3 Arte Misera 2011-12-14 12:54
"angelo bini" sotto c'è la locandina dove trovi tutte le informazioni. Comunque Casamassima 18 Dicembre ore 20.00 Via Amendola 28 strada caserma Carabinieri.
Evento FB: www.facebook.com/events/132588390184330/
Citazione
 
 
angelo bini
#2 angelo bini 2011-12-14 00:09
Bravi a fare foto, meno a comunicare. Mancano infatti alcune informazioni fondamentali: dov'è la mostra? Quando? Date alla gente il modo di avvicinarsi a questo "mondo".

[provvediamo subito!]
Citazione
 
 
Mino Miale
#1 Mino Miale 2011-12-13 23:43
GRAZIE :sigh: fai circolare quanto più puoi queste immagini arricchite dal bel commento :-)
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI