Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

“PILLOLE ANTROPOLOGICHE” MINI-DOCUMENTARIO

vecchi

“Ma a chi appartieni?” è una domanda che ci accompagna da sempre tra le piazze o le viuzze dei nostri paesi. Lo chiedono i nonni ai ragazzini, le signore affacciate ai balconi quando si bisbigliano fatti piccanti su quella o quell’altro. È la parolina magica che zittisce ogni interrogativo e che tranquillizza tutti: il soprannome.  Il “nomignolo”, sia che esalti una qualità o ne suggelli definitivamente un difetto, nasce nella notte dei tempi e accompagna la persona anche per generazioni. È il tratto caratterizzante di ogni storia di paese che si rispetti, un frammento colorato di un paese qualsiasi del Sud Italia.

La regista polignanese Antonella Sibilia, già alla regia di un documentario su Domenico Modugno finanziato dall’Apulia Film Commission, torna con una serie di mini-documentari dal titolo “Pillole Antropologiche” e in questo primo capitolo si cimenta proprio con i soprannomi. È un ritratto su un paese in particolare, ma li rappresenta tutti.

“Questo è solo il primo capitolo di una trilogia - spiega la regista - i prossimi lavori sono in fase di realizzazione e andranno a focalizzare su argomenti che ci appartengono da sempre e ai quali non prestiamo la giusta attenzione. L’antropologia, parolona che fa pensare a qualcosa di noioso, in realtà è proprio questo: sono le storie di tutti noi, quelle storie che si nascondono dietro i fornelli delle case di operose signore o tra le panchine di ogni piazza”.

Commenti  

 
Ruby
#1 Ruby 2011-12-13 20:00
Ora a parte l'antropologia,vedendo questa foto ,beati loro che grazie al grande Giulio,vedono la pensione e se ne sbattono,e noi poveracci sic..............
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI